MENU

Genitori vs nonna: una guerra all’ultimo pesce

Cuore

Un sondaggio sostiene che per i ragazzi la nonna è l'amica ideale. A casa nostra, infatti...

Nell’articolo Nonne, le più amate che trovate su Confidenze in edicola adesso, una lettrice (ovviamente già calata nel ruolo) si chiede emozionata se è vero che questa figura sia tanto importante per i ragazzi (lo sostiene un sondaggio apparso recentemente su un quotidiano).

Per quel che mi riguarda, ho poco da dire: non ho fatto in tempo a conoscere la nonna paterna e di quella materna ho solo vaghi ricordi. Quindi, l’unico rapporto che conosco bene è quello tra i miei figli e la mia mamma. Assolutamente sorprendente.

Segni di leggera follia si sono manifestati da subito. Appena è nato il primogenito (ma le patetiche scene si sono ripetute anche con il secondo), lei che non degnava di uno sguardo nessun bambino (figuriamoci un bebè), estasiata davanti alla nursery ce l’aveva a morte con gli altri neo-nonni che non impazzivano per quella deliziosa creatura (la nostra) che ululava come un coyote. Peccato che quei signori, altrettanto rincitrulliti, erano sì sull’orlo di una crisi di nervi. Ma solo perché l’orribile rospetto disturbava il “loro” spettacolare principino che gli dormiva accanto.

In quei giorni mi sono resa conto che diventare nonni è tanta roba. Ma ancora non sospettavo quanto i miei ragazzi avrebbero adorato la loro Nonnastra (scritto maiuscolo perché ormai è il suo nome ufficiale).

Severissima come un sergente con noi figli, non ha mollato neppure con i nipoti. I quali, al suo cospetto dovevano rispettare molte più regole di quelle impartite a casa. E se noi genitori eravamo convinti che prima o poi uno dei due l’avrebbe strozzata (avevamo anche messo in conto che potessero farlo insieme), ci sbagliavamo alla grandissima: insieme ai bambini cresceva l’amore che li legava alla mia mamma.

E oggi? Quasi trentenni, se hanno una fidanzata nuova la presentano subito alla Nonnastra. Di problemi e progetti parlano in anticipo con lei. Confermando così la prima parte di ciò che afferma il sondaggio: per i nipoti la nonna è l’amica ideale.

La seconda, invece, sostiene che preferiscono la sua cucina al sushi. Va bene tutto, ma accettare anche questo per noi, mamma e papà, è davvero troppo. Ma visto che, chi lo sa, magari è vero, cerchiamo di comprare l’affetto dei nostri figli a suon di pesce crudo.

Commenti

  1. 11 agosto 2017 / ore 19:00
    patrizia prota

    Sono nonna ,e esserlo e un esperienza sorprendente,li si ama con leggerezza senza tanti vincoli ,quelli spettano ai genitori. parola d’ordine amarli incondizionatamente,perche dalla nostra parte c’è l’esperienza che i genitori devono ancora acquisire.

Comments are closed.

Confidenze