MENU

Lo scoop: via un amore, ne arriva un altro

Cuore

I vip? Se piangono per amore lo fanno un paio di giorni. Noi, comuni mortali invece...

Leggo su Confidenze in edicola adesso che Filippo Magnini ha una nuova compagna. Niente di male, anzi: buon per lui e beato lui. Ma a dicembre l’ex nuotatore della Nazionale (sempre dalle pagine dei giornali) non ci sfracellava le palle affranto per essere stato lasciato dalla fidanzata & collega Federica Pellegrini dopo 7 anni d’amore?

Da allora è passata solo una manciata di settimane, eppure Filippo è già felice come una Pasqua accanto a una nuova fiamma. E io mi domando: è vero che via un papa se ne fa un altro, ma alla fine di relazioni piuttosto importanti come diavolo riescono i vip a innamorarsi nel giro di un nano secondo?

Mi viene il sospetto che le love story delle persone famose nascondano qualcosa che a noi comuni mortali sfugge. I loro drammi sentimentali, infatti, si aggiustano magicamente e a una velocità supersonica. Fate caso alla cronaca rosa e mi darete ragione.

Un giorno veniamo a sapere che Tizio e Caia si sono lasciati (lo prova il canonico scoop con foto dei due fuori da un locale alla moda, lui furibondo e lei lacrimevole). Non facciamo in tempo a elaborare la notizia che il gossip ci rivela subito un’altra bomba: sia Tizio sia Caia sono tornati a sorridere accanto a rispettivi nuovi amori da fiaba, capaci di renderli centomila volte più felici dei precedenti.

Scusate, ma nelle nostre vite questo non succede. Per quel che mi riguarda, per esempio, non ho mai detto (né mi sono sentita dire) addio all’uscita di un ristorante (di solito mi scanno in luoghi più discreti). Nel momento clou delle crisi i miei occhi non sono semplicemente inumiditi, ma inondati da lacrime grosse come gavettoni. Ed è raro che mi consoli in pochi giorni.

La fine di una storia per me è sempre un tragedia che vivo con il cuore a pezzi. Per fortuna coccolato da pazientissime amiche, disposte a raccontarmi la verità di cui ho bisogno in quel preciso momento («È uno str…, meglio così», oppure «Tranqui, tornerà: dove vuoi che vada senza di te?» a seconda delle occasioni).

Certo, ogni volta mi riprendo. Ma se come nella vita dei vip (per fortuna) arriva il momento del chiodo scaccia chiodo, i miei tempi sono ben diversi da quelli dei Magnini e delle Pellegrini di turno.

Confidenze