Tutte le donne desiderano diventare mamme?

Cuore

Ma è proprio vero che tutte le donne vorrebbero avere figli, anche quelle che non ne hanno e non ne avranno mai? Ne parliamo con una psicologa.

Qualche giorno fa, ho fatto colazione con la mia amica Laura. In un locale carino, con quel profumo di burro e vaniglia che ti fa subito pensare di essere in Francia. E proprio mentre mi godevo un fantastico croissant alla crema, Laura ha detto, con il tono di chi ribadisce un’ovvietà: «Tutte le donne vogliono diventare madri. Tutte. Anche quelle che non hanno e non avranno mai figli».

Bam! Eccola lì, la frase, anzi la sentenza più pesante che avessi mai sentito. Così pesante che, all’inizio, non ho saputo rispondere. Ho finito la brioche in silenzio, pensierosa e un po’ infastidita.

«No» ho detto poi. «Conosco un sacco di donne che davvero non desiderano figli». Ma Laura non mollava il colpo: «Credono, si raccontano di non volere essere mamme, ma non è vero. E quando se ne accorgeranno sarà troppo tardi».

Un punto di vista forte, quello di Laura. E molto diverso dal mio, che ho diverse amiche childfree e convinte. O no? All’improvviso mi è venuto in mente che Maura, quella che per me è l’emblema di tutte le non-mamme appagate, per un certo periodo ha provato ad avere un bimbo, ma non è mai riuscita a restare incinta e si è rassegnata. E poi ho pensato a Claudia, che ogni volta che organizza una festa puntualizza: «Mi raccomando, non portate i marmocchi», ma poi se parla del futuro dice sempre che s’immagina nonna (e quindi anche madre). E infine c’è Lorenza, che è felicissima senza piccoletti, ma diventa subito malinconica quando spiega che suo marito non se la sentiva di diventare papà e lei si è adeguata.

Tutto qui? No. Perché, accanto a questi casi, ci sono tante, forse addirittura tantissime non-mamme consapevoli e serene. Me l’ha spiegato ieri Manuela Dagna, che è una mia cara amica, ma è soprattutto una psicologa bravissima: «Non siamo tutte uguali: c’è chi desidera una famiglia tradizionale e chi, invece, magari preferisce investire tutto, per esempio, nella carriera o nelle amicizie. E non si tratta necessariamente di scelte di ripiego, dettate dalla mancanza di un compagno o da problemi fisici. Piuttosto, sono decisioni di donne che preferiscono uno stile di vita più libero, senza vincoli né obblighi». Sono d’accordo con lei.

Voi cosa ne pensate?

Confidenze