MENU

Passano gli anni, passano le settimane della moda milanese, passano le fidanzate di Di Caprio, eppure quando una donna si atteggia, quando una va rimessa al posto suo, solo una frase riesce a concludere il diverbio e a ridimensionare l’ego della malcapitata: “E’ arrivata Claudia Schiffer”!

Divine, carismatiche, ricchissime (come dimenticare il: “Non mi alzo dal letto per meno di 10miladollari” di Linda Evangelista), testiomonial di campagne pubblicitarie che ancora ricordiamo e intente a calcare le passerelle dei migliori stilisti, potevamo chiamarle con il solo nome di battesimo: Naomi, Claudia, Cindy, Helena, Carla. Sono loro, le favolose top model dei mitici anni Novanta.

Protagoniste della chiusura della sfilata del brand Versace, impossibile non aver visto in giro la foto di Donatella attorniata dalle favolose 5 top amate dal fratello Gianni, scomparso 20 anni fa. “Questo è per te”, diceva una voce in sottofondo mentre le dee della passerella incedevano come se non fossero passati tutti quegli anni.

Fu proprio Gianni Versace a contribuire a rendere famose le top model, facendo alla fine una scelta di marketing precisa che ha anticipato i tempi: ragazze perfette capaci di veicolare i consumi con la loro immagine, e che immagine!

Gli anni 90 sono del resto ricordati anche per aver turbato l’autostima di milioni di adolescenti intente a phonarsi la frangia con le immagini delle divine cinque, le fab five!

Certo il ricambio generazionale c’è e le nuove leve sono agguerritissime a colpi di followers sui social: sono influencer, sono “it girl” e si chiamano Gigi Hadid, Kendall Jenner, Cara Delevigne e Miranda Kerr, ma fatemi fare la nostalgica: come loro nessuno mai.

Ripercorriamo insieme in questa gallery i volti mai dimenticati delle più celebri top model degli anni Novanta. Mano ai phon!

Confidenze