MENU

In aiuto degli obesi: per non farsi divorare dal cibo

Mondo

Maria Teresa, protagonista della storia vera pubblicata su Confidenze, racconta il suo dramma di ex-obesa e l'importanza di sentirsi ascoltati per riuscire a guarire.

“Il cuore dei disturbi alimentari è il silenzio. Questo silenzio va rotto. A partire da noi”. È il motto di Amici Obesi Onlus, l’associazione alla quale si è rivolta Maria Teresa,  protagonista della storia vera: “La nuova (e magra) Maria Teresa” – pubblicata sul numero 15 di Confidenze, in edicola questa settimana – e che le ha cambiato radicalmente la vita. Non solo perché ha trovato nutrizionisti, psicologi e chirurghi che le hanno restituito un corpo che non vedeva ormai da anni, e che le hanno permesso di riscoprire la sua femminilità e di costruire una solida autostima. Ma soprattutto perché ha trovato nuovi, affidabili e insostituibili amici nei Gruppi di auto-aiuto.

Quando si vive un problema da soli e nel silenzio sembra che nessuno possa provare quello che senti, pensi di essere una mosca bianca. E quello che ti affligge diventa sempre più pesante, un macigno insostenibile. Invece, trovarsi e condividere emozioni, ansie e paure con chi è come te, quasi per magia ridimensiona tutto e ti dà la forza e il coraggio per affrontare ogni tipo di cambiamento.

Fin dal primo incontro con i compagni del suo nuovo percorso di vita, Maria Teresa si è sentita riconosciuta, compresa, amata per quello che era. Negli sguardi degli altri non c’era mai compassione, disprezzo o indifferenza. Come fratelli si sono stretti in un abbraccio che voleva dire: “Non vergognarti, so cosa provi e so quanto vali. Forza, ce la farai!”.

Ed è grazie a loro che Maria Teresa ce l’ha fatta. Nel periodo dell’intervento erano tutti lì, vicino a lei, per sostenerla. Ma anche per esprimerle tutta l’ammirazione per il coraggio che aveva dimostrato prima e dopo l’operazione. Quando è tornata a casa, se le capitava di salire sulla bilancia e vedeva che il peso non andava giù come desiderava, chi c’era passata prima di lei la spronava a non lasciarsi abbattere perché succedono spesso queste fasi di stallo.

Oggi la protagonista della nostra storia ha raggiunto il peso forma e anche quell’equilibrio e solidità che si conservano solo se hai accanto persone che ti vogliono bene e ti capiscono. E Maria Teresa questi amici li avrà vicini per sempre.

PIGORINI-1

Confidenze