MENU

Milano si prepara alla maratona STEMintheCITY

Mondo

Entra nella fase conclusiva STEMintheCity, l'iniziativa del Comune di Milano per avvicinare bambine e ragazze alle nuove tecnologie. Dal 6 all'8 maggio ci sarà la Maratona delle STEM

STEMintheCity è l’iniziativa promossa dal Comune di Milano per avvicinare bambine e ragazze ai percorsi tecnico-scientifici, e dedicata, in questa terza edizione che cade nell’anno del Cinquecentenario della morte di Leonardo da Vinci, al tema “Arte e Scienza”.

Nel mese di aprile si sono tenuti più di 100 incontri – organizzati in collaborazione con i main partner  Accenture, Intesa Sanpaolo e Lenovo – per promuovere tra le ragazze la diffusione delle materie tecnico-scientifiche e delle tecnologie digitali, considerate spesso discipline poco femminili e terreno d’elezione di professioni maschili.

«L’obiettivo è ispirare le ragazze, spingendole così a superare gli assurdi stereotipi di genere che spesso le costringono a indirizzare le loro scelte verso percorsi umanistici solo perché considerati “più femminili” » ha detto Roberta Cocco, assessore alla trasformazione digitale e ai servizi civici del Comune di Milano.

Ora l’iniziativa prosegue con la Maratona delle STEM che si svolge dal 6 all’8 maggio coinvolgendo tutti gli studenti. Dai più piccoli delle scuole dell’infanzia, che potranno scoprire il fascino della scienza attraverso Leonardo e il volo degli uccelli (8 maggio, Bricks4Kids), agli universitari che avranno l’opportunità di incontrare donne di successo sia del team per la Trasformazione Digitale della Presidenza del Consiglio dei Ministri sia di Intesa Sanpaolo all’evento “Pari e digitali” per scoprire le carriere nelle STEM il (7 maggio, all’Università Bocconi).

L’8 maggio è prevista la mostra esperienziale  ” #DaLeonardoAlloSpazio – Viaggi verso la tua era”, ideata da Lenovo in collaborazione con l’Aeronautica Militare, dove ragazze e ragazzi potranno fare l’esperienza diretta di come l’innovazione tecnologica possa portare ovunque. È un viaggio in sei direzioni – arte, spazio, scienza, lavoro, ambiente, talento – con realtà virtuale e altre innovazioni. Interverranno esperte di Lenovo, uno studioso delle opere leonardiane, piloti dell’Aeronautica Militare. La mostra rimarrà aperta fino al 30 maggio e l’evento avrà luogo presso la sede del Comando della Prima Regione Aerea dell’Aeronautica Militare in Piazza Novelli 1.

Infine dal 6 al 12 maggio, si svolgerà la Settimana della Scienza che coinvolge il Municipio 3 della città metropolitana di Milano e prevede una serie di incontri tra cui lo spettacolo teatrale “Games of Sforza: i 50 anni che sconvolsero Milano” (6 maggio, via Zanoia) e la presentazione del libro Scienziate nel tempo: 100 biografie a cura di Liliana Moro e Sara Sesti (7 maggio, Libreria Temporibus illis).

Sul sito www.steminthecity.eu è possibile consultare l’elenco e iscriversi agli incontri in programma dedicati a ogni scuola di ordine e grado, ma anche ad educatori e genitori.

L’obiettivo di tutte queste manifestazioni è cercare di colmare il divario tra le competenze digitali possedute dai giovani e quelle richieste dal mercato del lavoro, che cresce in maniera esponenziale senza trovare un adeguato riscontro nella formazione scolastica.

Secondo i dati della Comunità Europea, in Italia solo il 41% dei giovani tra i 25 e i 34 anni ha utilizzato un foglio elettronico per attività elementari, contro una media UE del 50%, e solo il 29% ne fa un uso avanzato per organizzare e analizzare dati, rispetto al 34% della media europea.

In base alle stime europee entro il 2020 in Italia avremo circa 135.000 posti di lavoro vacanti nell’ambito dell’information technology e 750.000 in tutta Europa. Purtroppo le donne in questo campo sono ancora molto penalizzate: oggi rappresentano solo il 16,7% mentre la quota degli uomini che lavorano nel settore è 3 volte superiore.

Le grandi aziende come Intesa Sanpaolo, Accenture e Lenovo (partner di STEMintheCity) hanno già da tempo avviato percorsi interni di crescita professionale che coinvolgono le donne in maniera specifica:

«In una banca come la nostra, molte professioni sono tipicamente ‘da uomini’ – finanza, economia, matematica. Non solo, sempre più servono e serviranno ingegneri, fisici, data scientist, informatici e noi stiamo già muovendoci in questa direzione nella fase di reclutamento. Con più della metà dei dipendenti donne e oltre il 30% in posizioni manageriali, abbiamo diversi progetti per sostenere le carriere delle colleghe e per favorire la conciliazione tra lavoro e famiglia. Progetti che incoraggiano le studentesse verso una professione tagliata sui propri interessi e talento, senza limiti di genere» ha aggiunto Chiara Pastorino, Responsabile Divisione Diversity & Inclusion Intesa Sanpaolo, durante la presentazione di STEMintheCity.

Stesso discorso vale per la multinazionale dei computer Lenovo che conta già un 34% di donne fra i propri manager a livello globale e per Accenture, colosso mondiale dei servizi software informatici che ha come obiettivo dichiarato “creare un ambiente di lavoro dove ciascuno possa perseguire il proprio talento e successo professionale e personale, in un contesto in cui la parità di genere sia completa”.

Una policy troppo da “quote rosa”? Forse, ma sicuramente è meglio che niente.

L’appuntamento per tutti è quindi con la maratona delle STEM (6-8 maggio) che sarà inaugurata al Teatro alla Scala con role model, workshop e training dedicati alle STEM.

Confidenze