MENU

Attenti al lupo, potrebbe salvare il nostro eco-sistema

Natura

È tornato sui nostri monti e gli abitanti delle zone che ha occupato iniziano a tremare, ma in realtà il lupo andrebbe accolto come un amico, un alleato. Non mi credete?

Il lupo mi ha sempre affascinato al limite dello sbalordimento. Ho capito soltanto leggendo i libri più eruditi che la mia meraviglia come quella di moltissimi altri, dipende dalla straordinaria simbologia di questo animale-totem, al quale basta uno sguardo per comunicare il suo aggancio atavico con il nostro inconscio.

Incute paura, il lupo, più di ogni altro animale predatore. Eppure è rarissimo che attacchi l’uomo. Vi siete chiesti perché?

Di tutte le specie animali, lui ha mantenuto un’istintualità pura, senza compromessi. Non ha mai modificato il suo comportamento per adattamento, né le precise regole strutturali della sua comunità (alla quale molti popoli nomadi del nord si sono ispirati), non si è piegato all’umanizzazione della natura.

Dopo molto tempo, ora è ritornato anche da noi. È molto vicino persino al mare (nella zona ligure montana) e iniziano le polemiche fra animalisti e abitanti delle zone nelle quali si è insediato (leggerete due testimonianze nel numero in edicola di Confidenze).

Capisco bene i timori di chi non è abituato alla convivenza con gli animali predatori. Si sono visti e si continuano a vedere il disagio e i problemi causati dagli orsi in Trentino. Tuttavia, non vorrei sollevare polveroni, ma credo sia la nostra non-dimestichezza con la natura a provocarli.

Rispettando l’habitat di questi animali, la possibilità di convivenza non solo è reale, ma anche arricchente. E non solo per quanto riguarda il livello culturale del nostro Paese, ma anche per la rinascita di un eco-sistema naturale.

Il lupo è un cacciatore “intelligente” che sembra seguire una sorta di conservazione della specie decidendo di uccidere un animale vecchio o uno più giovane o uno malato. O, addirittura, di non predare per anni in alcune zone per far aumentare la troppo scarsa popolazione faunistica.

Un lupo ben nutrito non attacca le greggi e, in ogni caso, un buon deterrente (non l’avrei detto, e voi?) sono i grossi cani da pastore.

film ultimo lupo

 

Ma c’è tanto da sapere di più del lupo per capire quanto sia importante la sua funzione e, spesso il suo esempio. Vi consiglio due libri: L’ultimo lupo di Jiang Rong (Mondadori) dal quale è stato tratto l’omonimo film di Arnaud e il recentissimo Lupi e uomini di Barry Lopez (Piemme), giudicato il più bel libro mai scritto sui lupi dal New York Times.  Due testi illuminanti, per innamorarsi definitivamente del lupo.lupi e uomini

 

Confidenze