MENU

Difese immunitarie: 3 consigli efficaci per rafforzarle

Natura

Una delle decisioni migliori per tenere lontane le malattie è adottare queste abitudini di vita, che rafforzano le difese immunitarie. Chi lo dice? La scienza

 

Purtroppo, nessuno può garantirci che non ci ammaleremo mai, persino se stiamo sempre attenti ed evitiamo atteggiamenti imprudenti. Eppure, mettere in atto determinati comportamenti protettivi riduce realmente la probabilità di contrarre tante patologie, infettive e non solo. In molti casi, questi comportamenti rappresentano la nostra migliore difesa e, quando mancano farmaci efficaci, forse addirittura l’unica.

 

Certo, la prima cosa che dobbiamo fare è evitare di compiere consapevolmente scelte che ci espongano a un rischio più elevato di incorrere in malattie (fumare, per dirne una). Subito dopo, la nostra preoccupazione dovrebbe essere rivolta ai metodi per prendersi cura dei fisiologici meccanismi di difesa del nostro organismo.

 

Vi siete mai chiesti perché, a parità di esposizione a un agente patogeno (virus, batteri, altro), alcuni si ammalano e altri no, oppure alcuni si ammalano gravemente e altri solo in modo lieve o, ancora, alcuni si trascinano la malattia a lungo, faticando a guarire, e altri si ristabiliscono in un battibaleno? Ebbene, una delle parti in causa all’origine di risposte tanto differenti è il sistema immunitario.

 

Costituito da un complesso insieme di organi, cellule specializzate e mediatori chimici, il sistema immunitario è l’apparato difensivo di cui la natura ci ha dotato per prevenire le malattie e per combatterle una volta contratte. Una dieta impostata come si deve, un corretto stile di vita e anche l’impiego razionale di integratori alimentari e fitoterapici sono in grado di sostenerne la funzionalità.

 

Oltre a quanto scritto proprio qui nelle scorse settimane sull’alimentazione e sui rimedi naturali utili per supportare il sistema immunitario, oggi voglio segnalarvi tre misure di provata efficacia per rafforzare le difese, su cui nessuno – sia che abbia un’impostazione convenzionale, sia che si tratti di un medico un po’ “alternativo” – avrà alcunché da eccepire. Perché? Perché sono misure pienamente confermate dalla scienza.

 

1- Corichiamoci prima, dormiamo un numero sufficiente di ore (tra le 7 e le 8 mediamente, per l’adulto) e correggiamo l’eventuale insonnia: è dimostrato che la carenza di sonno, in quantità o in qualità, riduce l’efficienza del sistema immunitario.

 

2 – Dedichiamoci a una qualunque attività fisica, basta che sia di nostro gradimento. Così, la svolgeremo con regolarità e sul lungo periodo, le due caratteristiche che l’esercizio deve possedere per risultare benefico. Per quel che riguarda in dettaglio il nostro apparato difensivo, le ricerche ci dicono che in coloro che sono fisicamente attivi la capacità di combattere le malattie è maggiore rispetto a chi è sedentario.

 

3 – Iniziamo a meditare. Ma anche a pregare, leggere libri divertenti, guardare più film comici, fare un bagno caldo ogni sera. Cosa hanno in comune queste abitudini? Aiutano tutte a ridurre i livelli di stress, uno dei principali responsabili della diminuita funzionalità delle difese immunitarie. Lo stress mette in moto meccanismi ormonali (in particolare, il rilascio di cortisolo) che compromettono l’efficienza immunitaria, rendendoci più vulnerabili a infezioni e altre patologie.

 

Approfittiamo di questi giorni di obbligata inerzia, o comunque di rallentamento delle nostre consuete attività, per iniziare a mangiare meglio, riposare di più, dire addio per sempre a certe cattive abitudini. Gioverà non solo alle nostre difese immunitarie.

Confidenze