MENU

In estate il potassio precipita? Fai il pieno così

Natura

Il potassio è un minerale essenziale, richiesto dal corpo per restare in salute e funzionare bene. Quando fa caldo, i suoi valori possono scendere oltre il livello di guardia. Intervieni così.

Con le alte temperature estive, la sudorazione aumenta e, insieme all’acqua, il corpo rischia di perdere grandi quantità di sali. Uno dei più a rischio è il potassio, minerale deputato allo svolgimento di tante funzioni vitali, tra cui il funzionamento dei muscoli (compreso il cuore), la regolazione della pressione sanguigna, la trasmissione nervosa e molto altro ancora. Calura estiva a parte, poi, chi assume abitualmente farmaci diuretici può presentare livelli di potassio più bassi, perché questi medicinali provocano l’eliminazione di potassio con le urine.

Se le perdite sono significative, si presentano sintomi da carenza di potassio quali spossatezza, debolezza muscolare, battiti cardiaci irregolari, crampi, nausea. Oltre un certo limite, la carenza di potassio diventa pericolosa per la salute.

Al di là del ricorso a integratori di potassio in vendita in farmacia e ormai anche in tanti supermercati (che in genere contengono in abbinamento un altro minerale, il magnesio), la strategia più razionale per evitare che i valori di questo elettrolita finiscano sotto la soglia critica e si verifichi una situazione di ipopotassiemia (o ipokaliemia, la diminuzione della concentrazione di potassio nel sangue) è soddisfare l’aumentato fabbisogno di potassio con la dieta, ricercando attivamente quegli alimenti che ne sono naturalmente ricchi.

Sono sicuro che stai già pensando alle banane, frutto che si associa al potassio quasi automaticamente, e senz’altro non sbagli. Pochi sanno però che esistono altri alimenti che racchiudono una quantità di questo minerale persino maggiore. Questa è la top ten dei cibi ricchi di potassio.

1. Frutta disidratata (albicocche, prugne, fichi e datteri secchi)

2. Fagioli, specie quelli bianchi

3. Patate

4. Pomodori, meglio ancora sotto forma di salsa o succo

5. Edamame, ovvero la soia acerba (servita come antipasto nei ristoranti giapponesi, ma ormai in vendita anche in diversi negozi di alimentari)

6. Cocomero o anguria che dir si voglia

7. Yogurt

8. Patate dolci, anche chiamate patate americane o batate

9. Spinaci

10. Barbabietole.

Continua pure quindi a consumare banane in completa serenità, ma per conservare i giusti valori di potassio non farti mancare tutti gli altri “scrigni” del prezioso minerale.

 

Confidenze