MENU

L’uomo è l’unico animale che beve latte

Natura

C'è chi sostiene che bere latte da adulti è innaturale perché l'uomo in natura è l'unico animale che lo fa. È un'affermazione estremamente suggestiva. E altrettanto sciocca.

 

L’asserzione “L’uomo è l’unico animale che beve latte in età adulta”, anche nella sua variante “L’uomo è l’unica specie in natura che beve latte di altre specie”, si ritrova su migliaia di pagine Facebook di sostenitori di diete non convenzionali ed è di gran lunga la più utilizzata da quanti ritengono che il latte sia per noi un alimento innaturale e non fisiologico. Indubbiamente è un’affermazione molto suggestiva. Peccato che sia altrettanto sciocca.

Perché l’uomo è anche l’unica specie che riscalda le proprie abitazioni, coltiva i campi, crea e utilizza vestiti, costruisce acquedotti, innalza grattacieli, ricava olio dalle olive, vola nello spazio, alleva e coccola animali da compagnia, guida automobili, usa il sapone, fa sesso protetto, lava la frutta e la verdura, cuoce il cibo, mangia spaghetti al pomodoro, cotolette alla milanese e tofu, beve vino, tè e caffè. E l’elenco potrebbe proseguire per altre mille righe.

Se come parametro per misurare l’adeguatezza di certi comportamenti ci basiamo su ciò che in natura fanno le altre specie animali non andiamo molto lontano, evidentemente.

Peraltro, tornando al latte, il motivo per cui gli animali in ambiente naturale non se ne cibano è semplicissimo: perché non lo trovano. È la totale indisponibilità di questo alimento in natura che fa sì che nessun animale adulto se ne possa nutrire. Provate però a dare del latte vaccino a qualunque mammifero e vedrete che lo berrà eccome, come ben sa chiunque abbia provato a offrirlo a un cucciolo di cane o di gatto.

Ma c’è di più. A differenza degli altri animali l’uomo ha sviluppato, nel corso della sua storia evolutiva recente, la capacità di digerire il lattosio – il principale zucchero contenuto nel latte – anche da adulto, evento che secondo gli studiosi ha addirittura facilitato l’adattamento a differenti condizioni ambientali e la colonizzazione dei diversi continenti da parte della specie umana.

Io sono tutto tranne che un fan sfegatato di latte e derivati. Penso che in Italia. e più in generale nel mondo industrializzato, se ne consumino troppi, ho scritto in diverse occasioni che, a fronte di alcuni benefici, i rischi dell’abuso di latte sono preponderanti e ritengo che mangiare 2-3 porzioni complessive alla settimana di prodotti caseari (latte, yogurt, formaggio, burro, panna) sia per molte persone più che sufficiente. Ma, per favore, piantiamola con questa stupidaggine che bere latte è innaturale perché l’uomo è l’unico animale che lo fa.

 

Confidenze