MENU

Cosa ne pensi?


Diresti a un'amica che il marito la tradisce?

Loading ... Loading ...

“La verità mi fa male” cantava tanto tempo fa Caterina Caselli in una sua famosa canzone. E a tutti sarà capitato di sperimentare sulla propria pelle come un eccesso di sincerità a volte possa creare più danni che altro, anche quando si è mossi dalle migliori intenzioni. E una delle situazioni più frequenti in cui si sperimenta il dilemma tra il dire e non dire la verità è quella dell’amica tradita dal marito o dal suo compagno.

In questi casi entrano in gioco una quantià di sentimenti e valori che è difficile rispettarli tutti: l’amicizia (specie se consolidata dall’ infanzia) imporrebbe di dire tutto, aprire gli occhi alla malcapitata e farle capire chi ha sposato. Ma l’affetto e il rispetto per la vita di coppia spesso consigliano il contrario: calare il velo dell’ipocrisia. Ce lo spiega molto bene su Confidenze e “di pancia” – com’ è sua consuetudine – Giovanna Sica nella storia vera La verità, dove appunto un’amicizia trentennale si spezza proprio a causa di questa rivelazione. Già perché nella storia vera l’amica tradita reagisce in malo modo, dicendo all’altra che si è inventata tutto solo perché gelosa della sua felicità familiare. E via con una serie di recriminazioni…Ma nei fatti chi ha ragione? Mariella, la protagonista che spiffera tutto? O Loredana, la donna tradita che si offende?

E voi come vi sareste comportate al suo posto? Ve lo chiediamo nel nostro sondaggio: Diresti a un’amica che il marito la tradisce?

Io ho imparato (a mie spese) che spesso nelle questioni di cuore bisogna fare un passo indietro perché non si sa mai quali equilibri tengono in piedi una coppia. Ciò non toglie che ricorderò sempre con infinita riconoscenza l’amica del cuore che tanti anni fa mi aprì gli occhi sul ragazzo che mi teneva sul filo della corda, e sul quale avevo mal riposto tutte le mie speranze, raccontandomi che nel frattempo lui si era sposato.

 

Commenti

  1. 11 luglio 2018 / ore 10:45
    Giovanna Sica

    Una storia molto complicata, quella di Mariella.
    Una vicenda in cui la protagonista si è trovata coinvolta suo malgrado, e che l’ ha fatta molto soffrire.
    Anche perché l’ amante in questione non era una perfetta sconosciuta, anzi.
    E allora che si fa? Bisogna far saltare tutti gli equilibri in nome della verità o accettare il compromesso dell’ inganno?
    La verità prima di tutto o a volte

  2. 11 luglio 2018 / ore 10:46
    Giovanna Sica

    … è meglio tacere?

    1. 11 luglio 2018 / ore 23:36
      Angela

      Si meglio tacere…con lei…parlare invece a lui ventilando…magari la possibilita di una eventuale chiaccherata con la consorte. Oppure se si conosce…come in questo caso…l’altra…parlare ad entrambi. Essere eccessivamente sincere è rischioso…oltre a provocare un putiferio si rischia di perdere amicizie e di tacciare di altre cose tipo invidia e gelosia.
      Personalmente non lo sopporterei.

Commenta anche tu!

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Confidenze