Rossella Fiamingo: «Sono una principessa con la spada»

News

Da martedì è in edicola il n 31. Con 11 storie vere, un romanzo completo, la moda più femminile a prezzi mini, la cucina golosa fatta di pasta e pomodoro e molto, molto di più

Apre il n. 31 l’intervista con Rossella Fiamingo, grande campionessa,  già vincitrice di diverse medaglie con la spada e ora entusiasta di poter gareggiare alle Olimpiadi di Tokio: «Tra pochi giorni sarò in pedana, decisa a vincere una medaglia. Anzi due, una individuale e una di squadra» annuncia decisa. In realtà, da piccola si vedeva più come una principessa che come una guerriera: «Tenere in mano la spada mi sembrava una cosa da maschi e non ero nemmeno una fan di Zorro, perché gli preferivo Sailor Moon. In più, mi sentivo una principessina come lei (in realtà, mi vedo un po’ così ancora oggi). Invece, ho scoperto l’eleganza di questo sport, che insegna anche a vivere, perché impone regole fondamentali. La prima è rispettare sempre l’avversario». Lo sport che pratica, negli anni, le ha insegnato molto: «In pedana ho tirato fuori un lato di me che non conoscevo: lo spirito competitivo. Sono molto timida e lo ero anche da bambina. Ma appena indosso la maschera mi trasformo, divento una guerriera. E sapere di essere una combattente mi ha aiutato nei momenti difficili». Lo sport le ha regalato forza, autostima, tenacia. E ora dalle Olimpiadi si aspetta molto: «La verità è che tutti noi sportivi lavoriamo per una sola data: quella delle Olimpiadi. Ogni atleta, infatti, sa che se gli va bene può parteciparvi al massimo tre volte nella vita. Ecco perché una medaglia guadagnata lì vale di più, il doppio di qualsiasi altra». E l’amore? Single, Rossella ammette:«Adesso vorrei trovare un ragazzo maturo e sincero, che si prenda cura di me e con cui poter pensare a creare una famiglia. Ma non sarò io a farmi avanti. In questo sono troppo siciliana». Auguri, quindi!

Già finito lo shopping per l’estate? Vale la pena di aggiungere un abito a fiori, come quelli che trovate nella pagine di moda: sono quattro, tutti molto femminili, e a meno di 40 euro. Da abbinare con gli accessori in cuoio, canvas o plastica, proposti sempre in questo numero. Molto estive anche le pagine di benessere, dedicate allo yogurt (come sceglierlo, quale preferire, quando mangiarlo) e a come proteggere i reni, che possono risentire del grande caldo. Da piena estate anche la cucina, con le ricette di pasta al pomodoro, dove a ogni formato di spaghetti abbiniamo un sugo e una varietà di pomodoro, il re degli ortaggi di stagione.

Al centro del giornale, come sempre, le storie vere: sono 11, apriamo con una storia d’amore che nasce come un’attrazione immediata, proseguiamo con una coppia non giovanissima alle prese con un matrimonio un po’ spento e poi con una ragazza che, a causa di uno scambio di bagagli, si trova letteralmente a indossare panni non suoi… ma la cosa le porterà fortuna! Tutto da scoprire il racconto completo di Emiliano Gucci, mentre a chiudere la sezione narrativa una signora del teatro e della tivù, come Marisa Laurito, ci racconta il suo rapporto con la cucina e con i fornelli (regalandoci anche una ricetta).

Insomma un numero dove c’è tanto da leggere, emozioni da scoprire, vite da sognare.

Buona lettura!

Confidenze