Uno spazio per te


Mi sto lentamente autodistruggendo

di Giorgia Battaglia

Ore 6.41, i ragazzi normali si svegliano sbuffando perché devono andare a scuola, io, invece, mi addormento nel mio letto dopo aver visto dall’oblò la notte che lentamente si schiariva e diventava alba. Soffro di una terribile insonnia da un mese e sedici giorni, ma ho iniziato ad avere strani mutamenti del sonno da dicembre. Lo stress mi tortura da tre anni e ne ho solo 18, quasi 19. Volevo tante cose: essere la più magra, essere la più intelligente, la più simpatica… Ora mi basta dormire, ma forse chiedo troppo.

Racconta la tua storia

Commenti

  1. 28 Marzo 2015 / ore 10:57
    DONATELLA

    Giorgia,
    sono mamma di due ragazze della tua età e la mia grande paura è che possa succedere a loro quello che stai raccontando tu. Ho sempre gli occhi, le orecchie e il cuore in allerta per cercare di capire se sono felici, se hanno pensieri e problemi. Cerco di stare loro vicino il più possibile. Lo so, sono una “rompicoglioni” ma credimi oggi è necessario. Scusa se te lo chiedo Giorgia : la tua mamma stà con te? Non si accorge del tuo disagio?. Hai un disperato bisogno di parlarne con qualcuno, per questo hai scritto al blog. Trova qualcuno con cui parlare, per prima la mamma ma altrimenti un’amica, un adulto di cui ti fidi, un insegnante. Parla Giorgia e chiedi aiuto ti prego, non permettere al tuo disagio di farti del male. Ti abbraccio forte. Donatella

  2. 17 Aprile 2015 / ore 15:49
    Edi

    Cara Giorgia, la bella addormentata è stata risvegliata da un bacio d’amore. A te auguro un amore vero e forte, tenero e coinvolgente, che ti ridesti alla vita, facendoti riscoprire con gioia la luce del giorno, i ritmi quotidiani. Ripetendoti che sei meravigliosa proprio così. Sei giovanissima e spero veramente che tu venga avvolta da un abbraccio pronto a proiettarsi oltre i consigli e i luoghi comuni. Nel frattempo, se puoi, consulta un naturopata, un esperto di medicina naturale che sappia aiutarti a fare pace con il mondo esterno. Il sonno diventa un prezioso alleato quando qualcosa o qualcuno ci spaventa: in questi casi si tende a dormire di giorno e restare svegli la notte. Possa il tuo principe azzurro sconfiggere ogni drago.

  3. 17 Aprile 2015 / ore 17:37

    Cara Giorgia, avevo letto questo tuo post su Confy e mi avevi fatto un’enorme tenerezza.
    Cerca un modo per difenderti.
    Esistono tanti rimedi naturali per il sonno.
    Però, nel tuo caso, io andrei più a fondo e cercherei di capire, con l’aiuto di uno psicologo, dove nasce questo disagio. Sei tanto giovane. Sei ancora in tempo ad essere tutto quello che desideri. Auguri, di cuore. giò 🙂

  4. 17 Aprile 2015 / ore 19:28
    Isabella

    Cara Giorgia quante notti insonni ho trascorso come te! Io la chiamo inquietudine… E comunque anche se puo’ essere tipico della tua eta’, anch’io penso che dovresti cercare dentro te la causa di questo disagio. Non ho scritto che sarà facile: tuttavia provaci, circondati d’amore, lasciati aiutare e non usare quel ‘volevo’: io sono piu’ grande di te eppure continuo ad avere progetti e desideri. Non dare limiti ai tuoi sogni! Almeno ci avrai provato! <3

  5. 17 Aprile 2015 / ore 21:42
    marina

    Piccola Giorgia reagisci e rivolgiti al più presto a qualcuno che possa aiutarti.Succede di vivere questi momenti ma bisogna superarli perché la vita è bella anche se fa male.La mamma,il papà, il dottore di famiglia , qualunque persona di tua fiducia saranno pronti ad aiutarti e ne uscirai abbi fiducia nelle persone che ti amano e in te stessa e questo momento sarà solo un brutto ricordo.

Comments are closed.

Confidenze