5 errori con cui stai sabotando il tuo dimagrimento

Natura

I risultati della dieta sono stentati? È necessario interrogarsi con sincerità sulle possibili cause. Approfondiamo 5 tra i più frequenti errori con cui sabotiamo la nostra intenzione di dimagrire.

 

 

State seguendo una dieta dimagrante ma i risultati faticano ad arrivare o sono inferiori alle aspettative? Le spiegazioni possono essere tante e dovrebbero essere cercate con l’aiuto di un valido nutrizionista, per trovare, così, anche le soluzioni. Nella mia esperienza, tuttavia, ci sono alcuni motivi ricorrenti, in grado di rappresentare veri e propri meccanismi di auto-sabotaggio di qualsivoglia piano per mantenere il peso o per perderlo. Provate a verificare se qualcuno di loro vi appartiene.

 

1 – State mangiando troppo

Semplice, no? Eppure mangiare più del necessario è la prima causa di sovrappeso. Se, complice la sedentarietà, avete ridotto drasticamente le occasioni di movimento, il vostro apporto calorico, una volta magari pienamente adatto a voi, risulterà ora eccessivo rispetto al dispendio energetico. Potrebbe essere il caso di alleggerire le porzioni.

 

2 – State sgarrando troppo

Determinazione e autocontrollo non possono mancare, anche se non state seguendo una vera e propria dieta, come lo sono le classiche ipocaloriche, ma una più semplice “rieducazione” alimentare. Uno sgarro una volta alla settimana ci sta, ma chi, ogni giorno o quasi, trova una scusa per non fare qualcosa che dovrebbe fare (ad esempio, una ricca e sana colazione), oppure per fare qualcosa che non dovrebbe fare (come mangiare dolci), e si stupisce di non perdere peso, si sta prendendo in giro da solo.

 

3 – Mangiate troppo velocemente

Il segnale che il vostro apparato digerente manda al cervello per comunicargli che vi siete nutriti a sufficienza impiega almeno 20 minuti dall’inizio del pasto. Dunque, se in questo lasso di tempo mangiate velocemente o smodatamente, quando il segnale di sazietà giungerà a destinazione sarà ormai tardi e sarà invece il senso di pancia gonfia a farvi notare l’eccessiva ingestione di cibo. Appoggiate la forchetta sul piatto tra un boccone e il successivo, masticate a lungo, gustate pienamente i sapori, insalivate bene il cibo: vi sazierete prima e mangerete porzioni ragionevoli (e in più digerirete meglio).

 

4 – Consumate poca fibra

Le ricerche ci dicono che si riesce a dimagrire più facilmente se si introducono le giuste quantità di fibra alimentare nella dieta. Le fibre saziano a lungo rallentando il processo digestivo, per non menzionare l’ampio ventaglio di ulteriori benefici che offrono. Ci vogliono 30 grammi di fibra al giorno: come ottenerli senza impazzire con i conti? Assicurandosi di portare in tavola quotidianamente verdura in quantità, frutta, cereali integrali, legumi e frutta a guscio.

 

5 – Non dormite abbastanza

Stiamo scoprendo sempre meglio il ruolo protettivo del sonno per la salute generale, persino in modi una volta impensati. Dormire non può essere considerato un lusso o una perdita di tempo: è una necessità biologica fondamentale. E vi dirò di più: per quel che riguarda il peso corporeo, la privazione del sonno ha effetti deleteri quasi quanto quelli di una dieta sbagliata e della sedentarietà. Chi dorme abitualmente meno di 6-7 ore per notte incorre in alterazioni ormonali, in particolare di cortisolo (l’ormone dello stress, che ha pure effetti ingrassanti), di leptina (che tiene sotto controllo l’appetito) e di grelina (che invece lo stimola). Il risultato è che si tende a prendere peso con maggior facilità, a mangiare di più e a ricercare cibi più grassi e calorici, al di là del fatto che, dormendo poco, si ha a disposizione nella giornata un maggior numero di ore di veglia: per molti, un’ottima, ulteriore occasione per mangiucchiare.

Confidenze