MENU

Cosa ne pensi?


Adotteresti un bambino?

Loading ... Loading ...

Ogni tre giorni un bambino adottato viene restituito allo Stato.

È un dato allarmante che testimonia come molti genitori si scoprano inadeguati a svolgere quel ruolo a lungo tanto desiderato e finiscano per tornare sulla loro decisione.

Dell’argomento parliamo su Confidenze, nelle pagine della Psicologia nel servizio di Barbara Gabbrielli: “Sei pronta per adottare?” dove la psicoterapeuta Raffaella Russo dà anche i giusti consigli da seguire prima di intraprendere un percorso così importante e delicato.

Spesso infatti la coppia si fa accecare dal desiderio di un figlio e dalla sindrome del nido vuoto, e non mette abbastanza in conto che adottando un bambino, si adotta anche il suo vissuto, con tutto il bagaglio di complessità e sofferenze che questo comporta.

Per questo, togliendo la maschera del buonismo di facciata, vi chiediamo di rispondere con sincerità al nostro sondaggio: Adotteresti un bambino?

Commenti

  1. 9 febbraio 2018 / ore 21:41
    Rita Dore

    D’accordo per l’adozione,un grande atto d’amore verso i tanti bambini e ragazzi,che vivono negli istituti..peccato che la burocrazia Italiana sia così complicata.Trovo giusto che prima di affidare i bimbi,nelle nuove famiglie,si segua un percorso di formazione,ma con le dovute precauzioni e tanto amore,si può dare una svolta,a tanti esseri umani,che hanno bisogno di una nuova famiglia…

    1. 13 febbraio 2018 / ore 23:51
      Giovanna

      È giusto che la coppia venga ascoltata e seguita nel suo percorso. Noi abbiamo adottato un bambino e siamo stati affiancati da psicologi e assistenti sociali che non ci hanno fatto mancare il loro appoggio neppure quando il bambino era già inserito nella famiglia.Mi sono sentita più sicura e tranquilla nel vivere la mia maternità del cuore.

    2. 10 marzo 2018 / ore 00:55
      mila

      Io credo che in Italia con le dovute precauzioni dovrebbero fare adottare i bambini italiani alla coppie che desiderano un figlio ,o dei figli .purtroppo la burocrazia lo impedisce .E questi poveri bambini restano negli istituti non mi sembra giusto.Sarebbe l’ora di cambiare leggi e di dare a questi piccoli innocenti la possibilità di vivere la gioia di una famiglia

  2. 9 febbraio 2018 / ore 22:56
    Edi Morini

    Credo che l’adozione sia una scelta stupenda. Ma meglio ancora, quando è possibile, aiutare un bambino a crescere presso la propria famiglia d’origine tramite un aiuto diretto continuativo.

  3. 13 febbraio 2018 / ore 23:41
    Giovanna

    Rispondo sicuramente di sì perché io un bambino l’ho adottato. L’inizio non è stato semplice, la vita completamente rivoluzionata! Ma il sorriso, gli abbracci, l’amore per il mio piccino mi hanno aiutato molto. Per me non esiste la parola “adozione” lui è il mio figlio del cuore che ora è uno splendido uomo che da poco mi ha resa nonna!

  4. 14 febbraio 2018 / ore 07:42
    Flavia

    Io sono molto favorevole all’adozione e all’affido. Se potessi adotterei, ma ancora per i single non é stata prevista questa opzione. E pensare che anche noi abbiamo tanto amore da donare…

  5. 9 marzo 2018 / ore 16:19
    Marianna

    Io sono favorevole all’adozione e all’affidamento.Sono anche convinta che i single potrebbero essere ottimi genitori.Penso, inoltre,che sia un dovere fondamentale aiutare le famiglie in difficoltà,con psicologici, corsi,educatori e aiuti economici.

  6. 17 marzo 2018 / ore 23:27
    Concetta Melchiorre

    Certamente se permettessero anche alle donne singole di adottare quando ci sono tanti bambini che avrebbero bisogno di una mamma. Mi piacerebbe adottare una bimba africana o del Sud America

Commenta anche tu!

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Confidenze