MENU

Uno spazio per te


Riflessioni

di Barbara Cerrone

Questa volta il Natale ha esagerato. Non c’è tregua per chi non ha soldi né parenti da esibire come ultima carta della felicità. Le mie tacco a spillo di quattro Natali fa sono ormai consumate dall’uso e dalla tristezza, non ne possono più , e io con loro. Ci vorrebbe qualcosa di più… o qualcosa di meno… qualcosa. Mi verrà in mente cosa, magari quando il Natale sarà già passato ed essere buoni e felici non avrà più tutta questa importanza.Fermarsi e riflettere, ecco cosa occorre, si dice. Nessuno poi riflette per davvero, tutt’al più ci si iscrive a un corso di yoga o Pilates per rafforzare i muscoli, soprattutto gli addominali. A sudare insieme ci si sente più uniti. Ho le dita dei piedi rattrappite da questo freddo esoso che colpisce quando meno te lo aspetti. O meglio, te lo dovresti aspettare in questo periodo e dopo un autunno mite, quasi caldo, ma è che uno ci si abitua subito al clima temperato e dolce e spera in un’eterna primavera così come in un’eterna giovinezza, mai intaccata dalla maturità decadente e dalla vecchiaia. Illusioni di umani, la vita va in un’altra direzione e valla un po’ a correggere, se ci riesci. Nemmeno i maghi ci provano più, ormai.Ma sì, che venga pure la vecchiaia, purché non faccia troppo male e sia davvero un manto di saggezza posato sulle spalle. Che tepore, la saggezza, che conforto! Ne avessi ora, mentre mi macero nell’indecisione e nell’ansia! Mi sono allontanata dal tema natalizio? Ma no! Il Natale porta a rimuginare, e allora sono sulla strada giusta. L’unico problema è che sono stanca anche di rimuginare: che sia un buon segno? Forse sto per avvicinarmi a quello stadio di atarassia che ti salva dalla nevrosi ma ti getta in una sorta di limbo dove tutto è neutro, anche la tua vita? Magari dovrei semplicemente mettermi a fare l’albero di Natale, ritrovare i vecchi addobbi in cantina e decorare la casa. Solo a pensarci sento un fremito infantile percorrermi la schiena. Vado, li cerco e decoro. Non è forse questa una delle tante ricette della felicità natalizia? Buon Natale a tutti.

Racconta la tua storia

Commenti

Commenta anche tu!

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Confidenze