In amore le convenzioni superano le convinzioni?

Cuore

Quanto pesano le tradizioni e le regole sociali inculcate dalla famiglia nella scelta di sposarsi o convivere? Ne parliamo nella storia vera "Il bouquet della sposa" raccolta da Rosa Russo

“Non si vive con le altrui regole e/o convenzioni inculcate e tramandate di padre in figlio. Come se si trattasse di detenere le chiavi della felicità per consegnarle ai posteri. Bisogna chiedersi se un tale pensiero corrisponde alle nostre convinzioni personali”. Così scrive Rosa Russo nella storia vera “Il bouquet della sposa” pubblicata su Confidenze, sollevando un tema vecchio come il mondo ma sempre attuale. Ci si sposa per convenzione o  convinzione?

Valgono di più le regoli sociali inculcate dai genitori o i sentimenti e la nostra libertà di scelta? Se la coppia funziona e c’è l’amore, che cosa serve d’altro?

 

Difficile credere  che in un società come la nostra, dove le unioni civili sono state ormai regolarizzate e anche l’ultimo tabù delle coppie gay è stato abbattuto, ci sia ancora chi subisca il fascino del matrimonio come tappa sociale. Eppure se guardo alle mie amiche e conoscenti, molte delle quali separate o divorziate, mi accorgo che il loro sogno segreto (e neanche tanto) è quello di risposarsi con un uomo, non di convivere. E parlo di donne emancipate, autonome, con una professione e una vita ricca di interessi, che magari con qualcuno convivono già.

“Un quadro è bello a prescindere dalla cornice” scrive la nostra autrice e se due persone si amano non hanno bisogno della firma su un documento per averne conferma. Ma quella cornice dà ancora più valore al quadro, mi permetto di aggiungere, perché è un riconoscimento della loro unione agli occhi del mondo e dei loro eventuali figli, ed è anche un modo per assumersi la responsabilità che deriva dallo stare insieme, nel bene come nel male.

E allora se voi doveste scegliere, come succede alla protagonista di questa storia, tra la coppia intesa in senso istituzionale, e l’uomo che amate, che decisione prendereste?  Vi invito a leggere la storia e a lasciare le vostre impressioni.

 

Confidenze