Quando arriva il calo del desiderio

Cuore

Se a sessant'anni lui non ti cerca più, ci si deve rassegnare?

Che il sesso nella vita di coppia diminuisca con l’aumentare dell’età è un dato di fatto al quale dovremmo essere tutti preparati, chi più chi meno.

L’abitudine, la routine quotidiana, ma anche i cambiamenti che il corpo subisce con l’avanzare degli anni influiscono inevitabilmente sul calo del desiderio.  Ma quando scende definitivamente il sipario sulla vita sessuale e uno dei due non cerca più il contatto fisico con l’altro è sempre duro da accettare e rappresenta un colpo non indifferente alla propria autostima. Può accadere a quaranta, cinquanta o sessant’anni, e le ragioni possono essere mille, ma per una donna non sentirsi più desiderata dall’uomo che ama è una pugnalata al cuore.

Nella storia vera “La valigia pronta” raccolta da Giovanna Sica e pubblicata su Confidenze, la protagonista, una donna di sessant’anni, soffre perché il marito non la cerca più a letto ed è tentata di trovare consolazione tra le braccia di un altro, non solo per supplire al sesso che manca, ma per sentirsi ancora ammirata e desiderata.

Ci sono tanti spunti di riflessione nella vicenda raccontata da Giovanna Sica: il sesso, che crediamo a torto o ragione, sopravvalutato nella vita di coppia, il trovarsi impreparati ad affrontare una situazione delicata (che non vi anticipo per non togliervi il piacere della lettura); il senso di colpa per desiderare, dopo tanti anni di matrimonio e di vita insieme,  un altro uomo che non sia il marito unito a una certa tendenza al compatimento che investe molte donne e porta all’immobilismo più totale. Sicuramente non esiste una ricetta unica per uscire dall’impasse, ma il consiglio che dà Serenella Salomoni, psicologa, mi sembra un buon punto di partenza. E voi cosa ne pensate?

Confidenze