Sei mai stata invidiata da un’amica?

Cuore

Nella storia vera "La danza" del n 30 parliamo di un tema delicato: la rivalità tra amiche. Vi dico come la penso

La storia vera “La danza” nel n. 30 racconta una vicenda appassionante. La storia di due amiche che condividono la passione per la danza, ma rischiano di vedere la loro solidarietà infrangersi quando una delle due si rivela più dotata dell’altra. Una storia unica, ma nello stesso tempo molto comune: perché, se non tutte siamo ballerine di talento, a chi non è capitato di sentire il filo sottile, tagliente della rivalità invidiosa insinuarsi in un rapporto che, fino a quel momento, credevamo perfetto?

A me non è mai successo per qualche mio talento sportivo o agonistico (non ne ho).

Ma ricordo una sera, al termine di una vacanza che avevo passato con un’amica. Eravamo state qualche settimana a Vienna, obiettivo dichiarato imparare il tedesco, in realtà divertendoci anche. Almeno secondo me.

Perché l’ultima sera, dopo una discussione scoppiata non ricordo perché, la mia amica mi ha rinfacciato, piangendo, che per me era andato tutto bene, per lei no! Perché lei aveva altre aspettative da quella vacanza, ma certo io non potevo capirle perché “con la mia vita perfetta”,  che cosa poteva saperne delle sue frustrazioni?

Una doccia fredda. Io credevo di essere in sintonia con lei, e ora sentivo una rabbia e un risentimento, che non avevo mai sospettato.

Non è stata la fine della nostra amicizia, ma di certo è stato un momento duro.

Altre volte è capitato a me di provare invidia per un’amica a cui le cose andavano meglio o che otteneva qualcosa più di me. Ma, mentre sulla tua invidia puoi lavorare, riconoscendola e affrontandola, è più difficile quando l’oggetto dell’invidia sei tu.

Almeno, questo è quello che sento io. Voi come la vedete?

Confidenze