Alla scoperta dei luoghi delle fiction

In viaggio

Le serie più amate della tivù hanno come sfondo location bellissime sparse per tutta Italia. E se seguendo le puntate ti è venuta voglia di visitarle, ecco gli itinerari sulle orme dei tuoi protagonisti preferiti

DI STEFANIA ROMANI

Accarezzi l’idea di fare due passi fra gli scenari in cui vivono i protagonisti delle fiction più seguite? Non hai che l’imbarazzo della scelta fra litorali, vallate, angoli barocchi, dimore nobiliari. Che dopo il ciak acquisiscono una certa familiarità e un pizzico di fascino in più. Qui trovi un itinerario che percorre l’Italia dei set televisivi.

 

IN SICILIA CON IL COMMISSARIO MONTALBANO

Sono ormai entrati nell’immaginario collettivo gli scorci siciliani in cui si muove Montalbano, il commissario uscito dalla penna di Andrea Camilleri, che da 20 anni ha il volto di Luca Zingaretti. La fiction, che vanta oltre 200 repliche in prima serata e inchieste trasmesse in 65 Paesi di tutto il mondo, ha creato una nuova destinazione turistica. Il circuito sulle orme del poliziotto, che conta un portale dedicato (www.visitvigata.com), parte da Ibla, nel centro di Ragusa, con le scalinate e i palazzi barocchi tutelati dall’Unesco che fanno da sfondo alla Vigàta televisiva, tocca quindi la questura di Montelusa, all’interno di Palazzo Iacono a Scicli (Rg), l’Eremo della Giubiliana, un convento fortificato, e il B&B ricavato nella casa di Salvo, a Santa Croce Camerina (Rg). Dopo i nuovi episodi, diretti da Zingaretti per la scomparsa dello storico regista Alberto Sironi, i fan del commissario possono contare su un inedito già registrato, Il metodo Catalanotti, su Rai 1 ai primi del 2021.
www.regione.sicilia.it

 

NELLA NAPOLI DI UN POSTO AL SOLE

Un posto al sole, fra le serie più amate di Rai 3, va in onda dall’autunno del ’96 e, toccando tutti i colori della cronaca, ruota attorno alle vite delle famiglie che abitano a Palazzo Palladini, a Napoli. La struttura, che svetta sulla collina di Posillipo di fronte al mare dominato dal Vesuvio, fa da contorno alla soap opera italiana più longeva, girata nel capoluogo campano, negli studi Rai di Fuorigrotta, dove sono allestiti ambienti come il Caffè Vulcano e il comando dei Vigili Urbani. Altre location? Dal 2004 Palazzo Palladini, al centro degli intrighi della soap, è Villa Volpicelli, affacciata dal ‘600 sulle acque di Posillipo, ma i ciak hanno invaso anche vie, piazze, lungomare, dimore storiche. E per rivivere le atmosfere della serie van- no viste le mete caratteristiche della città, come via Caracciolo, che in parte costeggia la Riviera di Chiaia, palazzo Donn’Anna, sul golfo di Napoli, il porto di Mergellina su cui domina Santa Maria del Parto e Castel dell’Ovo, il maniero più antico della città.
www.infoturismonapoli.it

 

LA CAPITALE DE L’ALLIEVA

La Roma che fa da sfondo a L’allieva, alla terza stagione con Lino Guanciale e Alessandra Mastronardi, è di nuovo sugli schermi fino al 1° novembre. Al centro della fiction c’è il rapporto sfaccettato fra Alice Allevi, che studia medicina legale, e Claudio Conforti, dottore bello, carismatico e arrogante, nonché suo superiore. Nella serie tratta dalle pagine di Alessia Gazzola, ricorrono la British School, sede dell’Istituto di medicina legale, che si trova di fronte alla Galleria nazionale e al Caffè delle Arti. A pochi passi, il parco di Villa Borghese ha ospitato diverse scene, attorno al “casino nobile” secentesco. Ma le riprese hanno toccato anche il quartiere “bene” dei Parioli, il cimitero del Verano e il castello della Castelluccia, fortezza medievale vicino al Raccordo Anulare, ora riconvertita in hotel. In tivù sono passati anche il litorale fra Torvaianica e Fiumicino e la Roma antica, con i Fori di Traiano, l’area attorno al Colosseo e l’isola Tiberina.
www.turismoroma.it

 

CHE DIO CI AIUTI AD ASSISI

Dall’inizio del 2021 riparte Che Dio ci aiuti 6, dove suor Angela e suor Costanza, interpretate da Elena Sofia Ricci e Valeria Fabrizi, gestiscono il continuo andirivieni di ospiti all’interno del convento, magari impicciandosi un po’ più del dovuto nelle faccende altrui, ma sempre a fin di bene. Le prime due stagioni della fiction erano ambientate a Modena, attorno al duomo romanico, mentre la terza e la quarta serie sono state girate a Fabriano (An), nelle Marche. Le ultime due stagioni si svolgono ad Assisi (Pg), dove suor Angela dovrà fare i conti con una ferita emotiva mai rimarginata. Le nuove vicende si snodano nel centro storico, fra la Basilica di San Francesco e Santa Maria degli Angeli, lungo l’asse che collega Santa Chiara e la piazza del Comune, in corso Mazzini, in vicolo Sant’Andrea.
www.visit-assisi.it

 

IN VAL D’AOSTA CON ROCCO SCHIAVONE

Inchioda davanti alla tivù gli appassionati di gialli anche il vicequestore creato da Antonio Manzini e interpretato da Marco Giallini. Romano, trasferito in Val d’Aosta, Rocco Schiavone, il burbero investigatore in loden che tornerà su Rai 2 per la quarta stagione all’inizio del nuovo anno, rimarrà seriamente ferito in uno scontro a fuoco. Il poliziotto si sposta spesso fra la sua casa di Aosta, nel secentesco Palazzo Ansermin, e piazza Chanoux con il Caffè Nazionale. Nella serie ricorrono altri scorci cittadini come l’arco di Augusto, il teatro romano, il chiostro della collegiata di Sant’Orso e il commissariato, ricostruito nell’area dismessa dell’acciaieria Cogne. Questi luoghi fanno parte di un itinerario messo a punto da un gruppo di guide che propone visite anche in Val d’Ayas, al villaggio di Cunéaz, al Dente del Gigante e alla passerella panoramica di Pré-Saint-Didier.
www.valledaosta-guidaturistica.it

 

Da Confidenze n. 44

Confidenze