Generazione Sex di Paul Joannides

Leggi con noi

Una guida al sesso felice, scritta senza reticenze, con un linguaggio semplice, ricco anche di comicità e libertà

Questa guida non pretende di essere la più autorevole fonte di informazione sul sesso, e per quanto abbiamo provato a renderla tale, non è perfetta. In certi casi, è meglio consultare l’estetista di fiducia, il barista sotto casa, il migliore amico/a, o magari un medico o un sessuologo autorizzato. (…) Nessuno fra coloro che hanno contribuito alla stesura di questo libro è medico o sessuologo di professione, sebbene siano stati consultati alcuni professionisti di questi campi per certe questioni particolarmente spinose. A questa guida hanno contribuito con le loro idee soprattutto psicologi, psicoanalisti, assistenti sociali, avvocati, insegnanti, scrittori, un paio di surfisti e persino una prostituta e un prete. La stesura del testo è a opera di un professionista nel campo dell’igiene mentale. Il fatto che queste persone siano laureate non significa necessariamente che ne sappiano più di voi sul sesso e sulle relazioni sessuali”.

Amo leggere e forse questo non è esattamente un segreto, credo si sia capito. Una cosa che però mi astengo quasi del tutto dal fare è regalare libri: le eccezioni sono rarissime, un libro può essere un regalo meraviglioso ma anche il più inutile – se ti basi sui tuoi gusti e non su quelli dell’altro o, peggio ancora, se a muoverti è una intenzione d’indottrinamento letterario – dei pensieri. Questo libro è una delle eccezioni.

Mi è capitato di regalare libri che considero capolavori, Madame Bovary, Stoner, Memorie di Adriano. “Ohhhh, wow!”, hanno esclamato le persone – amici, amori, sconosciuti che ti invitano a una festa tra colleghi – dopo aver aperto il pacchetto. Poi, alla domanda (posta anche dopo mesi) “Ti è piaciuto? Letto?”, raramente è arrivata una risposta diversa dal “Fantastico”, risposta diplomatica che sostituisce un poco clemente: “No”.

Questo libro, dicevo, è un’eccezione. Lo regalo. Viene scartato. Se si è in gruppo partono risatine, rossori, urletti neanche avessimo 12 anni. Se non si è in gruppo partono le risatine, i rossori, gli urletti meno, qualcuna sgrana gli occhi, qualcuno dice “io so tutto, lo scrivo io un manuale!”. Quando poi (anche dopo solo due giorni) capita di risentire quella persona, senza che io debba chiedere arriva la risposta “ma lo sai che quel libro è fantastico? Pazzesco, niente peli sulla lingua, grande ironia ma c’è tutto, tutto. Le illustrazioni, poi…Dovremmo regalarlo ai giovani”. Ecco.

Io, per esempio, l’ho scoperto in Corso Buenos Aires a Milano, da Feltrinelli, piano interrato, nascosto agli occhi dei delicati di cuore. Cercavo un libro di educazione sessuale e sensuale per le mie figlie, un libro che parlasse di contraccezione, di sesso, di amore, di giochi, di differenza tra il piacere femminile e piacere maschile, di masturbazione (tutti dicono che dobbiamo sondare la nostra psiche…perché non dovremmo andare alla ricerca e alla scoperta anche del nostro corpo?), di malattie trasmissibili attraverso lo scambio di fluidi, secrezioni e sangue.

Amo il linguaggio del corpo. Amo fare l’amore. Auguro alle mie figlie una vita sessuale felice. Mi turba la paura che ancora ruota intorno alla più pura e ancestrale delle comunicazioni: qualcuno insiste a chiamarla tabù, qualcuno parla di discrezione. Ma sono argomenti che fanno uscire fuori tema. L’amore, il sesso, sono terre da conquistare. Sono indicatori di soddisfazione e salute, anche.

Quello di Joannides, scritto con sapienza, comicità e libertà, è un saggio importante. La garanzia di qualità è la casa editrice italiana che ne ha acquistato i diritti.

Paul Joannides, Generazione Sex, Il Saggiatore

Confidenze