#Iorestoacasa …a leggere

Mondo

Costretti a una clausura senza precedenti, rintanati ciascuno nella propria casa che ora più che mai diventa il centro di affetti e relazioni, non ci resta che ammazzare il tempo con una buona lettura. Su Confidenze vi parliamo di un grande scrittore Fedor Dostoevskij (nella rubrica Passioni tra le righe di Elena Vesnaver) ma in questi giorni c’è solo l’imbarazzo della scelta: i grandi quotidiani rilanciano collane di classici a 6,90  euro (dal libro Cuore di Edmondo De Amicis a Il Grande Gazsby di Francis Scott Fitzgerald) e in generale è tutto un pullulare di iniziative per incentivare un settore, quello dell’editoria, che sta soffrendo la crisi più di prima, visto che le librerie sono chiuse e circa 3.000 edicole hanno tenuto abbassata la saracinesca di loro spontanea iniziativa.

I dati sono allarmanti: Ricardo Franco Levi, presidente dell’Associazione Italiana Editori, parla in un’intervista al Corriere della Sera di 18.600 titoli in meno pubblicati nel 2020, 39,3 milioni le copie che non saranno stampate e 2.500 i titoli che non saranno tradotti. Il 61% degli editori sta programmando la cassa integrazione.

E così sono partite alcune iniziative, come quella di Mondadori che ha deciso di mettere alcuni titoli italiani in versione ebook gratis (potete accedervi da www.mondadoristore.it ) e la campagna  #LibridaAsporto dedicata a supportare le librerie indipendenti che non fanno capo a gruppi editoriali, con un servizio  di consegna a domicilio gratuito dei libri ordinati dai clienti, senza che le librerie debbano affrontare ulteriori spese grazie a una raccolta fondi avviata dagli editori. Per aderire basta contattare  l’indirizzo e-mail  libridaasporto@ennew.it.

 

#IoleggoPerché, iniziativa promossa dall’Associazione Italiana Editori  (AIE) a favore delle biblioteche scolastiche, ha lanciato una staffetta letteraria social  #leggiamounastoria facendo rete con gli autori e con le scuole. Sono tantissimi gli autori che in questi giorni mandano brevi scritti, messaggi e racconti che vengono postati sui canali social del progetto e sul sito www.ioleggoperche.it. In questo modo, i messaggi e le storie arriveranno ai bambini e ai ragazzi delle oltre  15.000 scuole che partecipano a #ioleggoperché su tutto il territorio nazionale e a tutti gli appassionati di lettura. Tra gli autori che hanno aderito Rudy Zerbi, Silvia Avallone, Luciana Littizzetto, Luigi Garlando, Luca Perri e molti altri ancora.

È invece dedicata alla didattica a distanza la scelta di Mondadori di rendere di libero accesso il patrimonio di contenuti digitali per fare lezione da casa: oltre 40 giga di video, audio, mappe e contenuti multimediali esclusivi di Mondadori Education e di Rizzoli Education che vengono resi disponibili già organizzati per agevolare il lavoro dei docenti e suddivisi per ordine scolastico  (dalla scuola primaria alla secondaria di primo e di secondo grado) e per  materia, così da essere facilmente identificabili.

In più, come aiuto concreto agli insegnanti ci sono più di  50 lesson plan, su temi specifici, nei quali trovare spunti e suggerimenti didattici per impostare, da subito, le lezioni a distanza utilizzando la piattaforma www.hubscuola.it di Mondadori Education e Rizzoli Education.

Insomma il mondo della cultura si mobilita perché ora più che mai c’è bisogno di far circolare le idee e niente meglio di un buon libro può insegnarcelo.

Confidenze