Cinque verdure da portare in tavola d’inverno

Natura

Anche nella stagione più fredda ci sono ortaggi ricchi di gusto e proprietà benefiche, anche se dai colori meno vari e vivaci. Eccone cinque

 

In inverno l’indice di gradimento delle verdure rischia di calare. Le insalatone che mesi fa sceglievamo per rinfrescarci sembrano meno invitanti e i vegetali tipicamente estivi, come pomodori, peperoni e melanzane, volendo si trovano, ma sono meno saporiti e nutrienti.

Niente scuse per fare a meno delle verdure, però, di cui anche la stagione fredda sa essere generosa. Conosciamo allora più da vicino cinque ortaggi buoni e salutari, per far loro lo spazio che si meritano nelle ricette dell’inverno.

 

Cavoli & Co.

Puoi alternare cavolo cappuccio, cavolo verza, broccoli, cavolini di Bruxelles, cavolfiori e assicurarti in tutti i casi un autentico cibo-medicina. I composti a base di zolfo che abbondano in queste verdure aiutano a prevenire diverse forme di cancro, promuovono le capacità dell’organismo di smaltire tossine e inquinanti atmosferici, stimolano le difese immunitarie e ti danno così una mano per tenere alla larga influenza e altre malattie da raffreddamento. Cuoci cavoli e broccoli al vapore, per tempi non troppo prolungati: preserverai meglio il loro capitale nutritivo, che comprende anche interessanti quote di calcio e di vitamina C.

 

Bietole da coste 

Delle coste si mangiano sia il fusto che le foglie, ricche di carotenoidi quali betacarotene, luteina e zeaxantina, dalle proprietà antiossidanti particolarmente benefiche per la pelle, gli occhi e l’apparato cardiovascolare. Forse le conosci soprattutto come contorno, ma puoi provare le coste anche per creare un sugo per la pasta oppure cucinarle con fagioli e patate in un gustoso piatto unico. Ti assicurerai in più un buon quantitativo di potassio e di vitamina K, sostanza importante per la “tenuta” delle ossa.

 

Scarola

Se il sapore amarognolo di questa varietà invernale di indivia non ti convince fino in fondo da oggi forse troverai una ragione per rivalutarlo. È proprio a lui infatti che si deve l’effetto regolatore della digestione della scarola, utile a chi ha bisogno di migliorare il funzionamento di stomaco e fegato. Sei in dolce attesa? Sappi che 100 grammi di questa verdura apportano oltre il 23% della quota giornaliera di acido folico raccomandata in gravidanza per il corretto sviluppo del feto.

 

Finocchi

Approfitta del finocchio se il tuo punto debole è l’intestino, soffri di colite o hai spesso la pancia gonfia. Questo ortaggio, che in inverno propone le varietà più apprezzabili, contiene sostanze in grado di assorbire l’eccesso di gas intestinali, oltre a flavonoidi (come la quercetina) benefici per la mucosa dell’apparato digerente. Mangia i finocchi anche in pinzimonio, oppure tagliali sottili e aggiungili ad arance e avocado, condendo il tutto con olio extravergine di oliva, curcuma e un pizzico di pepe.

 

Porri

Si trovano tutto l’anno, come le cipolle, loro parenti strette dal sapore più pungente, ma il picco della stagionalità è nei mesi freddi. Hanno proprietà diuretiche che te li rendono alleati se hai problemi di ritenzione idrica. Sono ottimi con le uova, accompagnano bene il pesce, possono essere l’ingrediente-principe di vellutate di verdure perfette per le serate invernali. Scarta solo le parti più coriacee e utilizzali anche a crudo, tagliati a rondelle sottili nelle insalate.

Confidenze