Educazione civica e rispetto degli animali

News

Torna sui banchi di scuola l’educazione civica, una materia ingiustamente abolita dal nostro ordinamento scolastico nel lontano 1987 e ora reintrodotta con un decreto legge (Legge 20 agosto 2019, n. 92).

Tra i tanti aspetti che ricadono sotto l’educazione al vivere civile c’è anche il rispetto degli animali che la Lav (Lega Anti Vivisezione) intende promuovere tra i più giovani. Per questo Lav ha studiato un percorso differenziato, in base alle scuole di ogni ordine e grado, fondato sui nuclei tematici indicati dal Ministero: Costituzione, sviluppo sostenibile e cittadinanza digitale. 

Sul sito Piccoleimpronte.lav.it  si può leggere la proposta didattica che, con un linguaggio adeguato all’età, affronta temi come: il rapporto tra gli animali e la legge, il ruolo delle associazioni, la difesa dei diritti dei più deboli.

Il testo contiene vari spunti di attività e un quiz finale, ma soprattutto offre la possibilità di sviluppare in classe una vera e propria “campagna di cambiamento”.

Gli alunni potranno ad esempio scegliere se lavorare per la tutela di animali che vivono intorno a loro, oppure per il miglioramento delle condizioni dell’edificio scolastico o per indirizzare in senso più etico alcune politiche di istituto, o anche per opporsi a un cambiamento che non desiderano. Le possibilità sono infinite, nel piccolo e nel grande. Importante è che la campagna sia sviluppata in modo organizzato e costruttivo in modo da diventare uno strumento didattico efficace”, dichiara LAV. 

L’ufficio scuola della Lav è a disposizione delle classi per la scelta delle tematiche.  

Confidenze