Giornata mondiale ambiente 2021: impara a essere “eco” anche online

News

Forse non lo sai, ma anche mail, messaggi whatsApp e video contribuiscono a inquinare il Pianeta. In occasione del 5 giugno, Giornata Mondiale dell'Ambiente, impariamo a fare pulizia online

di Emma Chiaia

Come avremmo fatto, in questo lunghissimo anno di pandemia, senza Internet? Grazie al digitale abbiamo potuto continuare a lavorare, studiare, parlare vis-à-vis con i nostri cari. Questa vita digitale non finirà con il Covid: ormai è entrata nelle nostre abitudini. Però, anche se non lo vediamo, esiste anche un inquinamento digitale, a cui dobbiamo fare attenzione. Nel 2020 le tecnologie utilizzate nella trasmissione, ricezione ed elaborazione di dati e informazioni hanno contribuito per il 3,7% alle emissioni globali di anidride carbonica, e si stima che raggiungeranno l’8,5% nel 2025. Insomma, questa vita digitale, che a noi sembra leggera e impalpabile, ha un notevole impatto ambientale.

Che cosa possiamo fare, allora? Ecco alcuni semplici gesti che fanno bene al Pianeta, e a noi costano davvero poco.

Evita d’inoltrare di continuo video e immagini, per esempio su WhatsApp. Inoltre, se ti limiti a ciò che ritieni davvero interessante, le persone con cui condividi questi materiali li apprezzeranno di più.

Elimina dal cellulare le app che non usi più (si aggiornano da sole e consumano elettricità per farlo).

Riduci il traffico di e-mail cancellandoti dalle newsletter inutili.

Disattiva la riproduzione automatica dei video da Facebook (basta andare in “impostazioni” e poi cliccare su “video”). Quando sceglierai di vedere qualcosa, ti basterà un clic per avviarlo.

Riduci l’impatto ambientale della produzione di cellulari e computer (estrazione di minerali rari, fabbricazione, trasporto, smaltimento) cambiandoli meno spesso e acquistando modelli ricondizionati (così, risparmi anche).

 

(Articolo pubblicato sul n. 11 di Confidenze, in edicola dal 2 marzo 2021)

Confidenze