Lunetta Savino: «Il set di Lolita Lobosco? Piacevolissimo»

News

Non perdere il n 10, in edicola dal 23 febbraio! Con 10 emozionanti storie vere, un'anteprima d'autore, il vero e falso sul caffè, il menu giusto per un pranzo in campagna, i nuovi trench di primavera e molto, molto altro

Alzi la mano chi non ha visto, domenica sera, Le indagini di Lolita Lobosco! La nuova fiction di Rai Uno, infatti, è partita con ascolti record. Accanto a Luisa Ranieri, nei panni del vicequestore, Lunetta Savino che interpreta sua madre: «Nunzia è un’energica donna del sud che ha cresciuto due figlie dopo la morte del marito, con il quale continua a parlare attraverso una foto che conserva su un altarino in casa. E se da un lato è fiera della carriera di Lolita, dall’altro è in soggezione davanti alla figlia. Il che non le impedisce di volersi imporre» racconta l’attrice nell’intervista che apre il n. 10. Arrivata al grande successo nel ruolo di Cettina, di Un medico in famiglia, Lunetta Savino ora si divide tra cinema (l’ultimo film, Rosa di Katja Colja), teatro e tivù. E anche durante il 2020 è stata molto presa: «Nel peggior momento di crisi per il mondo dello spettacolo, io sono riuscita a lavorare. Addirittura nei miei luoghi di origine (sono di Bari), perché è qui che è ambientata Le indagini di Lolita Lobosco, che mescola il genere giallo e la commedia, con il tocco “cinematografico”, del regista, Luca Miniero, che ha firmato tanti film di successo». Condividere il set con Luisa Ranieri è stata, racconta, molto piacevole: «Siamo entrate subito in sintonia, anche perché sa ascoltare e accetta suggerimenti. Per esempio, quelli che ogni tanto le davo sull’accento pugliese. A volte sul set veniva a trovarla il marito, Luca Zingaretti: quando sono insieme formano una coppia splendida». Anche lei, però, ha una felice vita di coppia. Iniziata qualche anno fa e di cui parla con riservatezza: «Incontrarsi da adulti, quando ormai si è maturi, è diverso. Ma il bello dell’amore è che ha una sua bellezza a ogni età. Certo, quando hai le tue abitudini è difficile cambiare tutto. Infatti, noi abbiamo scelto di vivere ognuno a casa propria, io a Roma, lui a Palermo. E a turno uno va dall’altra. Faticoso? No, un amore a distanza funziona, credetemi» conclude.

Parliamo di amore e amori anche all’interno del numero, con la storia vera di Michela, che si rende conto di quanto ama il marito solo quando sta per perderlo, di Marco, che per tutta la vita ha sognato la ragazza incontrata da adolescente, di Cristina che proprio in lockdown ha vissuto la più grande storia della su vita. Sono 10 le storie vere, con un mix di emozioni e realtà, tra cui la testimonianza di Licia, influencer novantenne molto vitale e quella di Elisabet che, camminando tra i monti, riesce ad accettare la malattia della figlia.

E poi, tanti spunti moda (dai nuovi trench ai twin set che risolvono il guardaroba), bellezza (come nutrire e ammorbidire la pelle d’inverno), salute (tutta la verità sul caffè), cucina (il menu per un invito in campagna).

E  ancora, molto di più…

Confidenze