Una famiglia quasi perfetta

Cuore

Famiglie allargate? Non è facile realizzarle. Ne parliamo su Confidenze nella tavola rotonda

Mi sono separata dal padre di mio figlio ormai da tantissimi anni, per l’esattezza da quando il bambino aveva solo 2 anni.

La vita da mamma single, a mio parere, è molto diversa da quella di una donna single senza figli. Prima di tutto, logicamente, per il tempo libero che ti rimane: pochissimo, soprattutto se lavori. Secondo perché le tue scelte sentimentali non riguardano solo te, ma in piccola o grande parte, si ripercuotono anche sulla vita del tuo bambino.

Infatti, se un papà può riuscire a intrecciare una relazione affettiva con una donna senza farla conoscere al resto della famiglia, almeno per un po’ di tempo, per una donna non è altrettanto facile. Infatti, o il nuovo fidanzato non lo vedi quasi mai o viene naturale invitarlo in casa propria o coinvolgerlo in week end o vacanze.

A questo punto è comprensibile che una mamma si faccia mille domande: sarà l’uomo giusto per me?  Potrebbe essere una storia duratura? Lui e il bambino andranno d’accordo? Mio figlio sarà geloso? Se poi il nuovo compagno ha dei figli anche lui, ti senti in parte sollevata perché probabilmente saprà come interagire con il tuo. Se non ne ha mai avuti, ti viene da scartarlo a priori.

Insomma, forse sono fatta male io, ma per me scegliere un compagno, avendo un figlio (adesso ormai adolescente), vuol dire fare una selezione meticolosissima. Così meticolosa che, se non scatta quella passione che ti fa mettere da parte tutti questi ragionamenti e cancella ogni dubbio, alla fine può succedere che scegli la via più facile, cioè quella di vivere con tuo figlio e un bel cane, e avere alcuni buoni amici con cui uscire ogni tanto.

 

Confidenze