Il libro della vagina di Brochmann e Støkken Dahl

Leggi con noi

Un manuale sulle meraviglie e misteri del sesso femminile, scritto da due esperte di educazione sessuale e utile a tutte: adolescenti e donne mature

“Ci siamo conosciute infilando preservativi su peni di polistirolo bianco. Era l’inizio dell’autunno 2011 ed entrambe eravamo studentesse al primo anno della Facoltà di Medicina dell’Università di Oslo. Ci eravamo appena arruolate come volontarie in una associazione studentesca votata a diffondere l’educazione sessuale. Con le dita scivolose che odoravano di lubrificante, non avevamo idea che quella stretta di mano e l’amicizia che ne stava sbocciando fossero destinate a culminare in un progetto che si sarebbe poi esteso molto oltre la nostra piccola Oslo, raggiungendo numerosissime lettrici in tutto il mondo. Eravamo soltanto due nerd entusiaste, con una gran voglia di insegnare a tutti come posizionare correttamente un condom. Nei due anni successivi abbiamo viaggiato per la Norvegia in veste di educatrici sessuali. Lavoravamo con gruppi di professioniste del sesso, adolescenti e rifugiate, insegnando loro gli elementi di base per conoscere il proprio corpo e vivere una vita sessuale sana. Disegnavamo ovaie e testicoli sulla lavagna, parlavamo di rapporti consensuali attraverso giochi di ruolo e le incoraggiavamo a stilare una wish list su quel che si aspettavano dal loro prossimo debutto sessuale. Era un incarico meraviglioso e affascinante, ma eravamo sopraffatte dalla quantità di dubbi e preoccupazioni che aveva la gente. Ansia, vergogna e insicurezza incombevano copiose sulle nostre parti intime”.

Questa settimana vi consiglio un libro che mi ha consigliato mia figlia Vera. A lei lo ha regalato mia sorella, due anni fa. “Mamma, consiglia qualcosa che possa essere letto da una ragazza di tredici anni e da una donna di ottanta con la stessa curiosità e con la stessa utilità”, ha detto. “Non semplice’ ho pensato. “Ma intendi un grande classico?”, ho chiesto passando in rassegna a velocità stratosferica la mia libreria, classica e non solo, mentale. “Un grande classico, sì”, mi ha risposto, “un libro che racconti un grande mistero che non deve restare tale”. “Wow!”, ho esclamato, “vediamo, qualcosa di Virginia Woolf? Di lei non parlo mai, in effetti. Ci sono pagine che…”. “No, mamma”, Vera mi ha agitato l’indice davanti al naso, “devi consigliare un viaggio nella vagina e dintorni e annessi e connessi! Da quando l’ho letto mi si è aperto un mondo!”. “Come sarebbe che ti si è aperto un mondo?”, ho balbettato bianca latte.

Ellen e Nina, esperte di educazione sessuale, con questo manuale sulle meraviglie e misteri del sesso femminile, hanno davvero fatto un lavoro potente che fornisce un servizio necessario: del nostro ‘centro’ non sappiamo quasi nulla. Il tabù chiude un vero e proprio sipario, di velluto spesso, sullo spettacolo multiforme della sessualità e della sensualità, della procreazione e della salute. La geografia della vagina è fisica e ‘politica’, è religiosa e culturale. L’adolescenza chiede, affamata, una guida che conduca verso la scoperta e garantisca una rete di protezione. L’età giovane e quella adulta domandano conferme, spesso rassicurazioni. Bisogna parlare – e nel testo le spiegazioni sono chiarissime e gradevoli da leggere, senza pregiudizi, senza ombre da senso di colpa  – di struttura anatomica, di ormoni, di contraccezione, di mestruazioni, di penetrazioni (tutte), di gravidanza, di aborto, di infezioni, di endometriosi, di orgasmo, di verginità, di prima volta. La nostra vagina è un luogo meraviglioso, se è equilibrata lei lo siamo anche noi. Deve essere la nostra amica, tra di noi non devono esserci segreti. Di lei non dobbiamo avere paura ma dobbiamo imparare ad ascoltarla e a proteggerla; a capirla e, se necessario, curarla.

Brochmann e Støkken Dahl, Il libro della vagina, Sonzogno

Confidenze