Ai figli anche il cognome materno

Mondo

Oggi è possibile trasmettere il nome di famiglia di entrambi i genitori, ma non esiste ancora una normativa ad hoc. Facciamo chiarezza

DI VALERIA GHITTI

Nelle ultime settimane si è tornati a parlare di possibilità di dare il cognome materno ai gli. La Corte Costituzionale, infatti, ha sollevato la questione della legittimità dell’articolo 262 del codice civile, là dove prevede che, in assenza di un diverso accordo tra i genitori, un figlio acquisisca automaticamente il cognome del papà. Una consuetudine patriarcale ancora molto radicata in Italia, che cozza con la parità genitoriale. Ora, la Corte Costituzione si sta mostrando molto sensibile sotto questo pro lo, e, se l’attribuzione automatica del cognome paterno fosse dichiarata illegittima, potrebbero esserci importanti cambiamenti in materia. Negli ultimi anni comunque qualche passo avanti è già stato fatto.

Se i genitori sono d’accordo. «Nel 2016, proprio la Corte Costituzionale, con la sentenza 286 del 21 dicembre, ha stabilito che, se i genitori sono concordi, è possibile affiancare al cognome paterno quello materno» ricorda l’avvocato Tania Rizzo, del libero foro di Lecce. «Da allora, le coppie (anche non sposate) che lo desiderano devono presentare all’anagrafe, al momento della nascita o dell’adozione, una dichiarazione scritta in cui esprimono la comune volontà di dare al figlio entrambi i cognomi». Il cognome materno viene così posposto a quello paterno.

Cognome materno ai figli: sei d’accordo?

Aspetti da definire. Cosa succede una volta che il figlio col doppio cognome, a sua volta, ha degli eredi? Trasmette il doppio cognome, solo uno, e quale? «In realtà questo aspetto non è regolato da norme, sarebbe auspicabile che venisse lasciata la scelta al diretto interessato» spiega l’avvocato. Va precisato che, al momento, nonostante il doppio cognome, nel codice fiscale si fa riferimento solo al primo. Un altro aspetto dubbio è se si possa dare il doppio cognome anche a un figlio nato prima della sentenza. «Tecnicamente il doppio cognome può essere attribuito solo per le nascite successive alla sentenza e solo al momento della registrazione della nascita. Poiché, però, siamo in un ambito in continua trasformazione, chi lo desidera può comunque provare a fare richiesta scritta all’anagrafe» consiglia Tania Rizzo.

Il solo cognome materno in casi rari. Dare esclusivamente il cognome della madre ai figli è oggi possibile solo nel caso di nascita fuori dal matrimonio, in assenza del riconoscimento paterno. «Paradossalmente, infatti, anche nel caso in cui entrambi i genitori fossero d’accordo nel trasmettere il solo cognome materno, non potrebbero farlo, così come non è possibile anteporre il cognome di mamma a quello del papà» evidenzia l’esperta. «Già in passato la Corte Europea per i diritti umani ha condannato il nostro Paese perché non dà questa possibilità. L’ultima ordinanza della Corte Costituzionale fa quindi sperare in qualche ulteriore passo avanti».

Da Confidenze n. 14

Confidenze