3 rimedi per le emergenze estive da portare in vacanza

Natura

Non dimenticate di mettere prudenzialmente in valigia i farmaci per i disturbi più comuni. Insieme a loro vi consiglio 3 rimedi naturali che dovreste assolutamente considerare

Siete in partenza? Fate un po’ di spazio in valigia per questi rimedi naturali, allora: rappresentano presidi di sicura utilità se, malauguratamente, più o meno piccoli malesseri dovessero minacciare la serenità delle vostre vacanze. Non sostituiscono i farmaci, ovviamente, che a volte sono indispensabili. Ma ci sono circostanze in cui i medicinali costituiscono una scelta eccessiva e può invece valere la pena ricorrere a rimedi più dolci e meglio tollerati, ma non per questo meno efficaci.

Ecco dunque cosa vi consiglio di inserire nel vostro kit di pronto soccorso per le vacanze.

 

1) Troppa aria condizionata? C’è un’erba che fa per te!

Non è inconsueto ritrovarsi senza voce e con il mal di gola passando bruscamente dalle torride temperature estive a quelle di un locale in cui per sconfiggere la morsa del caldo è in azione l’impianto di condizionamento, per giunta regolato su valori… polari! Tenete allora in tasca o in borsetta la mia risorsa preferita per il benessere delle corde vocali: l’erisimo (Sisymbrium officinale), uno dei rimedi naturali decisamente più validi per decongestionare le prime vie aeree, apportare sollievo alla gola irritata e recuperare al più presto la voce. Vi consiglio le formulazioni di erisimo in spray, per arrivare con precisione proprio dove serve. Un paio di nebulizzazioni più volte al giorno.

 

2) Intestino impazzito? Prendi un probiotico (ma scelto così)!

I viaggi non sono solo una grande occasione di svago e piacere: possono pure facilitare alterazioni della flora batterica che abita nel nostro intestino (quella che oggi si preferisce definire microbiota intestinale). La colonizzazione da parte di batteri nocivi può essere all’origine di diarree e ulteriori disturbi intestinali. Acquistate allora integratori di probiotici appositi, come quelli contenenti un lievito chiamato Saccharomyces boulardii: sono in grado di ridurre frequenza e durata delle scariche, facilitando la normalizzazione del funzionamento intestinale. Una capsula mattina e sera è il dosaggio standard, ma, quando necessario, se ne possono assumere un po’ di più.

 

3) Pelle scottata? Spalmati questa pomata!

Naturalmente l’ideale sarebbe non scottarsi affatto, usando per tempo le opportune creme protettive. Ma a tutti, complice magari una pennichella sotto un’ombra mutevole, è capitato di ritrovarsi involontariamente esposti ai raggi solari e di scottarsi. La soluzione che vi consiglio per la pelle arrosata e irritata dal sole è la calendula (Calendula officinalis), meravigliosa erba i cui principi attivi possiedono spiccate proprietà antinfiammatorie, lenitive e cicatrizzanti di cute e mucose. La preparazione migliore? Certo, volendo si possono usare anche i fiori della pianta essiccati per prepararsi un impacco da soli, ma decisamente più pratici sono gel, pomate e unguenti di calendula già pronti all’uso, in vendita nella maggior parte delle farmacie ed erboristerie, da applicare con leggero massaggio più volte al giorno.

Confidenze