6 consigli per abbassare la pressione naturalmente

Natura

I farmaci antipertensivi? Fortuna che li hanno inventati. Prima che siano necessari, però, impara a tenere a bada la pressione sanguigna con il giusto stile di vita

L’ipertensione arteriosa, ovvero la pressione sanguigna alta, è una condizione da monitorare e controllare con grande attenzione. Perché è in grado di danneggiare il cuore e costituisce uno dei fattori che più aumentano il rischio di infarto e ictus, che a loro volta rappresentano le principali cause di morte nel mondo industrializzato.

Oggi si tendono a considerare normali valori pressori inferiori a 130 mmHg per quanto riguarda la pressione sistolica (la “massima”) e minori di 85 mmHg per la diastolica (la “minima”). Meglio ancora è quando questi numeri non oltrepassano rispettivamente 120 e 80.

Prima che servano i farmaci e, spesso, anche in loro abbinamento, ci sono tante cose che possiamo fare per abbassare la pressione del sangue. Queste sono sei delle più efficaci.

1 – Ritrova il peso forma

Dimagrire, anche di pochi chili, quando si sia in sovrappeso riduce i valori pressori eccessivamente alti, oltre a diminuire il rischio cardiovascolare in senso ampio.

2 – Fai più movimento

Non solo perché aiuta a controllare il peso corporeo: l’attività fisica è una delle “terapie” non farmacologiche più potenti per prevenire e contrastare l’ipertensione, nonché per rinforzare la salute del cuore. Per ottenere benefici basterebbero 150 minuti di camminata o 75 di corsa alla settimana, ma sforzi maggiori offrono risultati migliori.

3 – Certo, devi ridurre il sale…

Non è un luogo comune: contenere il sale a tavola (o, meglio, il sodio che lo costituisce) abbassa realmente la pressione di molti soggetti ipertesi. Massima attenzione deve essere prestata al sale “nascosto” negli alimenti confezionati: prodotti da forno (anche dolci!), salumi, formaggi, scatolame, patatine, noccioline e altri snack, salse, cibi pronti.

4 – …ma soprattutto taglia lo zucchero!

Questa sorprenderà i più. Eppure c’è un numero crescente di ricerche che collega l’alto consumo di zuccheri alla pressione alta. Non basta limitare lo zucchero da tavola e i dolci: tutti i cereali raffinati e le loro farine (che troviamo in pasta, pane ecc.) nel corpo vengono trasformati rapidamente in glucosio, con effetti analoghi a quello dello zucchero.

5 – Trova la tua soluzione anti-stress

Lo stress provoca il rilascio di adrenalina e cortisolo, ormoni che elevano la frequenza cardiaca e la pressione. Sono molte le tecniche che aiutano a far sì che il livello di stress, di giorno in giorno, non aumenti sempre più, pericolosamente: esercizi di respirazione profonda, meditazione, mindfulness, yoga, tai chi chuan, qi gong e altri ancora. La scienza ne conferma l’efficacia detensiva e antipertensiva.

6 – Usa i rimedi naturali giusti

Diverse erbe e alcuni nutraceutici hanno effetti di normalizzazione dei valori pressori elevati. Qualche esempio? Il carcadè o ibisco, il tè verde, gli estratti di aglio, il magnesio, gli omega 3, il coenzima Q10. Fatti consigliare da un esperto i dosaggi e le modalità d’assunzione migliori.

Confidenze