7 modi naturali di affrontare la stanchezza cronica

Natura

Sempre stanchi? Le cause possono essere tante e vanno indagate. Una volta chiarito il quadro, esistono modi naturali, dolci ed efficaci, di intervenire.

All’arrivo della primavera sentirsi un po’ “scarichi” non è raro: il corpo ci mette un po’ ad adeguarsi alle nuove condizioni di luce e temperatura e questo può manifestarsi con un senso di stanchezza che di norma si risolve in breve tempo.

Diverso è il caso di una stanchezza costante, cronica, che non passa e nemmeno è legata alle attività svolte: ci si sente stanchi anche nei fine settimana e persino in vacanza.

La prima cosa da fare è capire se la stanchezza ha ragioni mediche precise, che vanno indagate e, ove possibile, risolte. L’astenia è infatti un segno comune a tante patologie, anche molto diverse tra loro. Segui pure, quindi, questi consigli, ma prima di tutto, se non l’hai ancora fatto, parlane con il tuo medico.

1 – Fai le analisi

E il medico, verosimilmente, ti prescriverà alcuni specifici esami, ad esempio per escludere che la stanchezza sia dovuta a un’anemia (causa molto probabile nella donna in età fertile), a un disturbo della tiroide, piuttosto che a un cattivo controllo della glicemia o ad altre cause ancora. Niente di tutto questo? Allora passa pure alle indicazioni dei punti successivi.

2 – Prendi le giuste vitamine

Le vitamine del complesso B (B1, B6, B9, B12 ecc.) e la vitamina C sono le principali alleate di chi si sente sempre stanco. Le vitamine del gruppo B sono necessarie per la conversione del cibo in energia ma anche per la lucidità mentale, mentre la vitamina C serve al funzionamento delle ghiandole surrenali, che producono gli ormoni per affrontare i vari stress.

3 – Rendi il movimento la tua buona abitudine

Per quanto possa sembrare paradossale, l’attività fisica moderata è uno degli strumenti più importanti per contrastare la stanchezza cronica. Il minimo è 30 minuti continui di camminata a giorni alterni, ma se si riesce a rendere questo appuntamento quotidiano, i benefici saranno più significativi. Senza esagerare, però, altrimenti risulterà controproducente.

4 – Assumi il minerale anti-stanchezza

È il magnesio, di cui mi avrai sentito tante volte decantare le lodi. In un protocollo di rimedi naturali per la stanchezza non può mancare. Vanno scelte però le formulazioni migliori, come il magnesio bisglicinato o glicerofosfato.

5 – Taglia lo zucchero e i troppi carboidrati

È naturale sentirsi stanchi se si aboliscono i carboidrati dalla dieta, come invita a fare qualche malsana dieta alla moda. Ma, all’opposto, anche l’eccesso di pasta, pane, biscotti, focacce e simili, soprattutto se di farina raffinata, ha effetti deleteri per i livelli energetici dell’organismo e costituisce una delle cause frequenti della stanchezza che non passa. Per non parlare dei dolci e dello zucchero…

6 – Ricorri a un fitoterapico adattogeno

Come l’ashwagandha, ad esempio. È il cosiddetto “ginseng indiano” (Withania somnifera), un tonico-adattogeno perfetto contro la stanchezza fisica e mentale, lungamente utilizzato dall’ayurveda, che è, appunto, la medicina tradizionale dell’India.

7 – Bevi di più

Restare idratati è indispensabile: non bere a sufficienza provoca stanchezza psicofisica. I classici due litri al giorno di acqua o analoghi liquidi (tisane, tè ecc.) vanno benissimo.

Confidenze