Menopausa, come affrontarla senza farmaci

Natura

La menopausa e i sintomi che provoca possono essere gestiti efficacemente, in molti casi grazie a un approccio non farmacologico. Vediamo quali sono i comportamenti da attuare

La menopausa, con la cessazione definitiva delle mestruazioni, segna la fine dell’età fertile. Un evento che, se da alcune donne è percepito solo marginalmente, in molte altre è accompagnato e preceduto da una serie di manifestazioni estremamente fastidiose e capaci di rovinare la qualità della vita, conseguenza delle fluttuazioni dei livelli degli ormoni sessuali: vampate di calore, sudorazioni notturne, palpitazioni, nervosismo, ansia, umore depresso, difficoltà del sonno, stanchezza, secchezza vaginale, tendenza all’aumento di peso, facilità alle infezioni delle vie urinarie, perdita o assottigliamento dei capelli e altro ancora.

Per contrastare i sintomi della menopausa, il medico può prescrivere opportuni medicinali, tra cui la terapia ormonale sostitutiva. La buona notizia è che, per la maggior parte delle donne, il trattamento farmacologico non è necessario. Nella gestione dei fastidi correlati a questa fase della vita della donna assumono allora particolare importanza i comportamenti individuali, l’alimentazione quotidiana, il ricorso a specifici rimedi naturali. Volete sapere quali sono le decisioni più efficaci che potete prendere per ridurre i sintomi della menopausa e vivere più serenamente questo delicato periodo di transizione? Vi accontento subito.

Un taglio alle calorie

Per tenere il peso sotto controllo, riducete un po’ l’introito di cibo assunto quotidianamente, soprattutto grassi e zuccheri. Senza esagerare: vi basterà tagliare 200-400 calorie ogni giorno. Per avere un’idea, 200 calorie è ciò che apportano 4-5 cucchiaini di olio. Abolite anche il vino, che oltre ad apportare calorie vuote, come tutti gli alcolici peggiora i sintomi della menopausa.

Esercizio, alleato potente

Bastano 30 minuti al giorno, di corsa o attività fisiche analoghe, semplici e pure economiche. Lo sport è un vero antidoto al malumore, all’insonnia e, per quanto sembri controintuitivo, alla stanchezza. Contribuisce anche alla protezione da una delle conseguenze più critiche della menopausa, l’osteoporosi.

Il miglior acquisto? Un condizionatore

Un condizionatore può decisamente aiutare a tollerare vampate di calore e sudorazione notturna. Perfetti quelli portatili, da spostare in casa dove più serve.

La rinuncia al fumo

La donna che fuma non solo corre più rischi di entrare in menopausa precocemente: le sigarette hanno anche dimostrato di aumentare le vampate di calore.

Una tecnica di rilassamento può fare miracoli

Meditazione, mindfulness, yoga, training autogeno: c’è solo l’imbarazzo della scelta. Le tecniche di rilassamento, praticate abitualmente, sono eccezionali per contrastare i sintomi psicologici della menopausa: irritabilità, inquietudine, depressione e insonnia.

Erbe e integratori? Sì, funzionano

Vitamina D, calcio, magnesio, ma anche soia, cimicifuga, angelica cinese: sono presidi naturali preziosi per prevenire l’osteoporosi, ridurre intensità e frequenza delle vampate, sentirsi più energiche e dormire meglio. Purtroppo, non tutti i prodotti in commercio sono di sufficiente qualità: chiedete consiglio a un esperto del settore, che saprà anche indicarvi le sinergie e i dosaggi più adatti al vostro caso.

Confidenze