Torna Nastro Rosa 2020 e la prevenzione LILT

News

Per tutto il mese di ottobre LILT organizza visite senologiche gratuite nei 400 ambulatori e a Milano debutta MammoRisk, la prevenzione su misura

Ottobre è tradizionalmente il mese della prevenzione del tumore al seno con la campagna LILT Nastro Rosa. E quest’anno è più che mai importante rilanciare l’appuntamento, visto che L’emergenza Covid  ha messo  duramente alla prova il nostro sistema sanitario, facendo rinviare le visite di controllo preventive e gli esami di routine ( si calcola che non siano stati eseguiti oltre un milione e mezzo di screening senologici).

LILT – Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori,  ha già lanciato diversi appelli alle Istituzioni per potenziare il sostegno ai malati oncologici, ancora più provati da paura e solitudine a causa della pandemia, e ha messo in campo una task force per offrire due linee telefoniche nazionali gratuite,  SOS LILT  e  LILT per Te, di aiuto ai malati, alle loro famiglie e a tutti i cittadini disorientati dall’emergenza e preoccupati per la propria salute.

Il tumore al seno continua a essere il big killer e colpisce ora anche le donne nella fascia di età più giovane, intorno ai 35-40 anni. Ogni anno si registrano  circa 55.000 nuovi casi e le donne che nella loro vita hanno ricevuto una diagnosi di cancro al seno in Italia sono ormai 800.000.

Per tutto il mese di ottobre sarà attiva la campagna LILT For Women – Campagna Nastro Rosa:  tra le numerose iniziative previste (l’elenco completo lo trovate sul sito Lilt) c’è la possibilità di sottoporsi a visite senologiche gratuite presso le associazioni provinciali LILT e nei circa 400 ambulatori attivi sul territorio nazionale.

Per farlo è necessario prenotarsi al numero verde SOS LILT 800 998877.

La Lilt sezione Milano Monza e Brianza ha fatto anche un passo in più nella diagnosi non solo precoce, ma anche predittiva del tumore alla mammella. E ha presentato in apertura della 28esima campagna Nastro Rosa il programma MammoRisk rivolto alle donne dai 40 ai 60 anni, che permette di valutare il rischio di ammalarsi di tumore al seno nei prossimi cinque anni così da poter definire un calendario di prevenzione personalizzata.

«MammoRisk è in grado di valutare il rischio che ogni singola donna ha di sviluppare il tumore al seno basandosi sull’analisi di tre fattori, gia scientificamente validati, e cioè: la storia personale, la densità mammaria e la presenza di polimorfismi genetici» ha spiegato la dottoressa Catherine Depretto, coordinatrice del programma negli ambulatori e radiologa senologa presso l’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano.

«Un software unisce questi tre fattori e sfruttando un algoritmo di intelligenza artificiale ci indica il rischio percentuale di sviluppare il tumore nei prossimi cinque anni».

Il programma MammoRisk è stato realizzato in collaborazione con l’ospedale Gustave Roussy di Parigi e il Breast Cancer Surveillance Consortium negli Stati Uniti  e in Italia sarà attivo da ottobre a Milano nello Spazio Prevenzione LILT di via Viganò 4 per essere poi esteso anche agli ambulatori di Monza e delle due province.

«Il tumore al seno resta il nemico numero  uno delle donne» ha detto il prof. Marco Alloisio, presidente di LILT Milano Monza Brianza e primario di Chirurgia toracica all’Humanitas.

«Ancora oggi rappresenta il 29% di tutte le neoplasie. Come presidente LILT sono particolarmente orgoglioso di introdurre il programma MammoRisk negli ambulatori di LILT proprio quest’anno, in cui la priorità per tutti è la salvaguardia della salute, perché ogni donna abbia un’opportunità in più per diagnosticare precocemente il suo peggior nemico».

In occasione del mese rosa il presidente Alloisio ha consegnato a Ilaria D’Amico il Premio LILT for Women 2020 e da oggi sul sito LILT Milano Monza Brianza è disponibile anche il calendario degli eventi organizzati per il mese di ottobre.

Confidenze