Il brindisino delle 9

PodCast

Una storia che fa luce su un fenomeno dei nostri giorni: l'aumento delle dipendenze da alcol nei mesi del lockdown e come uscirne

Nei mesi della pandemia l’alcool è diventato un rifugio inconsapevole e sono aumentate le persone, giovani e meno giovani, che hanno sviluppato dipendenze.

Se nel 2019 gli italiani che consumavano alcol erano 36 milioni (66% della popolazione), di cui 8.700.000 a rischio dipendenza, alla fine 2020 l’ Istat stima che si siano superati i 10 milioni. La Società Italiana di Alcologia ha lanciato un allarme dopo avere stimato un aumento del 15% nelle dipendenze da alcol, nella metà dei casi associati a serie manifestazioni psico-patologiche. Non solo: il 20% dei pazienti che erano usciti dal tunnel della dipendenza da alcol, con il lockdown e relativo isolamento ci sono ricaduti. E i minorenni bevitori sono passati dagli 800.000 del 2019 a superare ampiamente il milione nel 2020.

Su Confidenze in edicola trovate la storia di una donna, una giovane madre di famiglia, che per sopperire alla chiusura obbligata dei mesi del lockdown organizzava video aperitivi con le amiche. In quante lo abbiamo fatto almeno una volta. Eppure a Chiara è sfuggito di mano qualcosa…  Ecco la sua storia da ascoltare in Podcast, ricordandosi che non è mai troppo tardi per intervenire e che le associazioni di supporto in questi mesi hanno continuato a organizzare incontri e gruppi di auto aiuto anche on line (Sulla rivista trovate tutte le indicazioni utili).

 

Storia vera di Chiara F. raccolta da Giovanna Sica e letta da Roberta Giudetti 

 

La videochiamata con le amiche era un appuntamento fisso. Con un calice di vino in mano, l’ansia svaporava insieme alle bollicine. Quando ho perso il controllo? Non so, ma ricordo la mattina in cui non riuscivo a svegliarmi…

 

Confidenze